Nuovi Diplomi in Matrimonio e Famiglia

Nuovi Percorsi Formativi per Consulenti e Collaboratori Giudiziari Roma 2018/2019. Diritto matrimoniale e processuale canonico nella prospettiva della riforma dei processi indicati dai m. p. Mitis Iudex Dominus Iesus e Mitis et Misericors Iesus e della nuova Istruzione CEC, Gli studi di Diritto Canonico alla luce della riforma del processo matrimoniale, 29 aprile 2018.

A chi sono rivolti questi percorsi

  • La recente riforma del processo di nullità matrimoniale ha previsto una serie di figure che si affiancano ai ruoli tradizionali e risultano indispensabili per la funzionalità del sistema giudiziario e della pastorale familiare.
  • Tra le persone che intervengono in ambito giudiziario ecclesiale, ai diversi livelli di attività connesse con i processi canonici per le cause di nullità matrimoniale, oltre al Vescovo in prima persona, si possono menzionare le seguenti: l’istruttore o uditore, l’assessore, il moderatore della Cancelleria del Tribunale, il notaio, i periti, gli avvocati, i consulenti, i parroci e gli operatori pastorali che saranno sempre persone ritenute idonee dall’Ordinario del luogo, dotate di competenze anche se non esclusivamente giuridico-canoniche (cfr. n. 2 Istruzione CEC, Gli studi di Diritto Canonico alla luce della riforma del processo matrimoniale, 29 aprile 2018).

Questi consulenti sono raggruppati dall’ Istruzione in tre categorie: — Consulenti di primo livello: coloro che hanno l’occasione di un primo approccio con persone potenzialmente interessate alla verifica della nullità del loro matrimonio, «dotati di competenze anche se non esclusivamente giuridico-canoniche» (art. 3 RP, primo capoverso, m.p. MIDI), come, ad esempio, parroci e altri (cfr. artt. 20 e 22 Istruzione CEC). — Consulenti di secondo livello che possano precisare se in realtà emergono motivi e prove sufficienti per introdurre una causa di nullità: sono membri di strutture stabili, ad esempio, chierici, religiosi, laici opportunamente formati, consulenti familiari, periti e altri (art. 23 Istruzione CEC; cfr. art. 3 RP, secondo capoverso, m.p. MIDI). — Consulenti di terzo livello per aiutare a individuare gli elementi sostanziali e di prova utili e predisporre tutto per l’introduzione della causa, quali gli avvocati (art. 27 Istruzione CEC; cfr. art. 3 RP, m.p. MIDI). Tutte queste persone che direttamente o indirettamente possono intervenire in ambito giudiziario ecclesiale, hanno bisogno di una reale conoscenza della disciplina canonica sostanziale e processuale matrimoniale.

Obiettivi

Per venire incontro alle nuove esigenze manifestate dai m. p. Mitis Iudex Dominus Iesus e Mitis et Misericors Iesus e della nuova Istruzione CEC, Gli studi di Diritto Canonico alla luce della riforma del processo matrimoniale, 2018, all’interno della Facoltà di Diritto Canonico sono stati predisposti alcuni percorsi formativi specifici e mirati che, nell'ambito dei programmi universitari della Facoltà, integrino la specifica conoscenza del diritto matrimoniale e processuale canonico, con competenze canonistiche più generali e con elementi antropologici, psicologici e teologici di base.

DIPLOMA IN DIRITTO MATRIMONIALE & PROCESSUALE [DDMP]

  • Sede: Pontificia Università della Santa Croce (Roma)
  • Durata: 1 anno accademico
  • Lingua: italiano

Questo Diploma di un anno [60 ECTS] è nato per rispondere alla necessità di avere un numero maggiore di consulenti di terzo livello che possano sopperire alla scarsità di personale competente in tantissime diocesi del mondo (cfr. art. 12 Istruzione CEC). Il percorso, dunque, è indirizzato a coloro i quali siano chiamati a svolgere la funzione di avvocati nel processo canonico, consulenti di terzo livello, e anche chierici, laici e religiosi ben formati in diritto canonico, non in possesso di un grado di licenza o dottorato, e che, a causa delle situazioni locali non hanno un grado accademico in Diritto Canonico (cfr. artt. 27 e 28 Istruzione CEC). Il Diploma costituisce titolo affinchè il Vescovo Moderatore del Tribunale possa chiedere al Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica la dispensa per assumere chi ha ottenuto tale Diploma ad esercitare gli uffici che richiedono il Grado Accademico di Licenza in Diritto Canonico (vicario giudiziale, vicario giudiziale aggiunto, giudice, difensore del vincolo e promotore di giustizia (cfr. Art 12 § 2 Istruzione CEC). Alla fine del piano annuale –e dopo la verifica dell’acquisizione delle relative competenze tramite prove idonee– si consegnerà agli studenti il Diploma in Diritto Matrimoniale e Processuale (cfr. artt. 12§1 e 28§1 Istruzione CEC). Sarà possibile convalidare i corsi svolti in caso di successiva prosecuzione degli studi per ottenere il grado di Licenza (artt. 16 e 28 § 9 Istruzione CEC).

DIPLOMA IN CONSULENZA MATRIMONIALE & FAMILIARE [DCMF]

  • Nella recente Istruzione CEC è prevista la possibilità di ottenimento di un Diploma in Consulenza Matrimoniale e Familiare come curricolo di studio, che aiuterà ad un accompagnamento e discernimento pastorale, per consulenti di secondo livello, collaboratori di una struttura stabile: chierici, religiosi o laici, che operano nei consultori familiari, ecc. (cfr. art. 23§2 Istruzione CEC). Il piano di studi proposto dalla Facoltà di Diritto Canonico per questo Diploma di durata annuale prevede un programma accademico in cui le materie proposte siano più specificamente adatte al ruolo dei futuri consultori. È prevista, per parte delle materie, la partecipazione ad alcuni corsi organizzati dall’ISSRA (Istituto Superiore di Scienze Religiose)

– Corso Superiore di Scienze Religiose (ISSRA): propone come forma di insegnamento il complex learning (lezioni frontali distribuite in cicli intensivi, più insegnamento a distanza tramite elaborati scritti, letture guidate, esami orali) in una forma flessibile, adatta a coloro che per ragioni geografiche, professionali, familiari, ecc. sono impossibilitati a frequentare un Istituto presenziale. Le lezioni presenziali del triennio dell'ISSRA (Corso Superiore di Scienze Religiose) avrebbero luogo in giorni intensivi (1o semestre: 3 giorni a gennaio; 3 giorni a febbraio; 4 giorni ad aprile / 2o semestre: 3 giorni a giugno; 4 giorni ad agosto; 3 giorni a settembre). – Corso Amore Famiglia Educazione (AFE). In questo programma, i corsi si svolgono attraverso la metodologia di e-learning evoluto (Laab2) e possono essere di tipo attivo, ossia seguiti dai docenti e tutor, o inattivo, cioè fruiti direttamente dagli utenti on-line senza l’intervento dei docenti. I corsi attivi saranno presenti on-line, ognuno per la durata di due mesi, in linea di massima a partire dai mesi di gennaio, marzo, maggio, settembre e novembre, rispettando la pausa estiva nei mesi di luglio e agosto. Quando una materia è attiva lo studente, oltre ad avere accesso al materiale didattico, può partecipare ad incontri virtuali periodici col docente, a seminari e gruppi di discussione su argomenti di speciale interesse o attualità, può rivolgere domande specifiche al docente, ed usufruire di altre funzioni che permettono una vera esperienza formativa on-line ad alto livello accademico. Le lezioni del corso AFE si svolgono on-line.

 

 

SEGUI LE ATTIVITÀ DELL'UNIVERSITÀ

Newsletter - L'Appuntamento

Resta aggiornato sulle nostre attività e sugli eventi

Iscriviti