Piano degli studi

Primo Ciclo, Primo Anno

1° Semestre

Codice Nome Docente ECTS
1IF2 Introduzione alla Filosofia
Il senso della filosofia nell’uomo e nella cultura. La filosofia come saggezza. Nascita storica, oggetto e metodo della filosofia. Le grandi tematiche della filosofia e il loro emergere nella storia. La filosofia come complesso di discipline integrate teoriche e pratiche. Il concetto di filosofia prima: sue diverse interpretazioni (età antica, classica, moderna, contemporanea). Metafisica implicita e filosofia scientificamente sviluppata. Contenuti del senso comune. Sapere filosofico e scienze positive. Filosofia, fede, teologia. Il concetto di “filosofia cristiana”. Magistero della Chiesa e filosofia.  
Faro 3
1AN4 Storia della filosofia antica
L’origine e la natura della filosofia antica. Lo scopo dello studio storico. Il pensiero presocratico. Il Poema della Natura di Parmenide e la scuola di Elea. L’umanismo greco: i sofisti e Socrate. La filosofia di Platone. Il pensiero aristotelico. La filosofia ellenistica: epicurei, stoici e scettici. La filosofia dell’età imperiale, da Filone d’Alessandria al neoplatonismo. Plotino e le scuole neoplatoniche, Porfirio e Proclo. Cultura greca e fede cristiana.    
Yarza 6
1LO2 Logica I
Il corso mira ad illustrare gli elementi e le regole della logica classica, con speciale riferimento alle proprietà logico-grammaticali dei termini e delle proposizioni. Argomenti principali. 1. L'ambito della logica: discorso, deduzione e argomentazione. 2. Il linguaggio e i concetti: dimensioni e usi del linguaggio, fallacie di ambiguità, proprietà generali dei concetti, predicabili, definizioni, opposizioni tra concetti. 3. La proposizione: giudizio e verità, primi principi logici, struttura generale e tipologia delle proposizioni categoriche, inferenze immediate. Materiali obbligatori per l'esame. (i) Gli appunti delle lezioni, che saranno progressivamente caricati sulla Piattaforma didattica e (ii) un manuale a scelta tra i due indicati nella Bibliografia (NB. i manuali sono disponibili sulla Biblioteca digitale dell'Università).              
Acerbi 3
1FN3 Filosofia della natura I
Lo studio filosofico della natura. Filosofia e scienze della natura. Evoluzione storica dello studio della natura. L’immagine della natura nel mondo antico e medievale. La nascita della scienza moderna. La riflessione sulla natura nel mondo attuale. Il concetto di natura. Processi e dinamismo naturale. La comprensione filosofica dei processi naturali: il problema filosofico del divenire. I principi del divenire. Atto, Potenza e Movimento. I sistemi naturali. Interpretazioni filosofiche dei sistemi naturali. La sostanza, sistema naturale primario. Contenuto analogico della nozione di sostanza. Le categorie accidentali. Il problema della determinazione delle sostanze naturali. Criteri di sostanzialità. Livelli di sostanzialità nel mondo naturale. Ordine e complessità della natura. La composizione elementare dei corpi materiali. L’intelligibilità della natura. Composizione metafisica della sostanza naturale. Significato metafisico della composizione ilemorfica. Dimensioni materiali e formali dei sistemi naturali. La sintesi sostanziale.
Martínez 4,5
1IS2 Introduzione alle scienze fisico-matematiche e biologiche
Questo corso intende presentare una sintesi accurata dei principali elementi della conoscenza scientifica odierna, che possa servire come punto di riferimento per lo studio dei problemi filosofici legati con il mondo fisico, la natura umana, i processi conoscitivi e le caratteristiche generali della realtà naturale, guidando verso una riflessione sullo stato attuale della conoscenza empirica, sul suo valore, e sulle principali questioni filosofiche che essa presenta. La geometria euclidea. Algebra Analisi matematica. Geometria non euclidea. Meccanica classica. Elettromagnetismo, onde e campi. Teoria della relatività. La struttura della materia. I fondamenti biochimici della vita. La cellula. Genetica ed eredità. Teoria dell’evoluzione.
Martínez 3
1PS2 Fondamenti di psicologia
Le principali teorie psicologiche: comportamentismo, cognitivismo, psicoanalisi e fenomenologia. Lo statuto scientifico della psicologia: oggetto e metodo. La struttura della personalità: l’inconscio, il livello tendenziale-affettivo, il livello razionale-volitivo. L’integrazione dei livelli. Equilibrio e maturità psichica. Il senso della vita: ricerca dell’Assoluto, la donazione, il lavoro e la sofferenza.
Malo 3
1IC3 Introduzione al mistero cristiano
Il Corso si pone come raccordo tra gli studi filosofici e quelli teologici e ha come principali finalità: 1) cogliere la singolarità del mistero cristiano sullo sfondo dell'esperienza religiosa e del pensiero filosofico; 2) mostrare il raccordo tra il cammino religioso (come preparazione evangelica) e quello filosofico, da una parte, e la teologia che sorge come riflessione sulla Rivelazione, dall’altra; 3) mettere in luce altresì l'eccedenza del mistero rivelato rispetto alle acquisizioni della sola ragione o del solo senso religioso; 4) valorizzare quelle caratteristiche della ragione che le permettono di essere aperta (capax fidei) e di poter riconoscere la Rivelazione una volta che questa le sia offerta; 4) riconoscere la significatività e la ragionevolezza dell'annuncio salvifico cristiano per l'uomo di ogni tempo, ripercorrendo in modo critico le principali obiezioni rivolte dal pensiero agnostico, ateo e relativista al cristianesimo, e attualizzando i preamboli della fede con particolare riferimento al contesto culturale attuale.              
Vanzini 4,5
1LA2 Latino I
3

2° Semestre

Codice Nome Docente ECTS
2MD4 Storia della filosofia medievale
Introduzione. Il significato del termine “Medioevo” e la periodizzazione dell’età medievale. Rivelazione giudaico-cristiana e filosofia greca a confronto. La filosofia nell’epoca patristica. Neo-platonismo e cristianesimo: Clemente di Alessandria, Agostino, Boezio, lo ps.-Dionigi Areopagita. La prescolastica: il rinascimento carolingio, la dialettica nell’undicesimo secolo, Pier Damiani, Anselmo, Pietro Abelardo. La filosofia araba. La Scolastica: la nascita delle Università e la ricezione del “nuovo” Aristotele. Alberto Magno, Bonaventura, Tommaso d’Aquino. Maestri della Facoltà delle Arti: Sigeri di Brabante e Boezio di Dacia. La censura del 1277 e l’evoluzione della Scolastica: Giovanni Duns Scoto, Guglielmo Ockham.    
Aiello 6
2LO2 Logica II
Il corso mira a fornire gli elementi e le regole basilari della logica classica, con speciale riferimento alla deduzione e all'argomentazione, nonché gli elementi e le regole basilari della logica simbolica. Argomenti principali. 1. Il sillogismo categorico. 2. Altre forme di deduzione. 3. Forme e regole dell'argomentazione. 4. Fallacie informali. 5. Elementi di logica simbolica (prof. R. Martínez). Materiali. Il materiale principale del corso sono: (i) gli appunti delle lezioni, i quali saranno progressivamente caricati sulla Piattaforma didattica, (ii) un manuale a scelta tra i due indicati nella Bibliografia, (iii) la dispensa di logica simbolica a cura del prof. R. Martínez, disponibile sulla Piattaforma didattica.                                  
Acerbi 3
2FN2 Filosofia della natura II
Le proprietà dei sistemi naturali. Diversi schemi classificatori delle proprietà dei sistemi. Dimensioni quantitative e qualitative. Aspetti della dimensione quantitativa. Quantità dimensiva. La nozione di quantità dimensiva. Quantità e continuità. La quantità numerica. Unità e molteplicità. Il numero. Il problema dell’infinito quantitativo. Luogo e spazio. La presenza locale. Lo spazio. Il movimento locale. Il tempo. Tempo e durata. L’unità di spazio e tempo nella Teoria della relatività. Le qualità corporee. Le dimensioni qualitative della realtà corporea. L’oggettività delle qualità sensibili. Quantità e qualità nella conoscenza delle realtà naturali. Lo studio delle qualità nella scienza. Attività e causalità nel mondo fisico. Dinamismo naturale e trasformazioni fisiche. Causalità e azione fisica. La causalità efficiente. La contingenza della natura.    
Vitoria 3
2FU3 Filosofia dell’uomo I
Natura, oggetto e metodo dell’antropologia filosofica; il rapporto con le altre scienze. La vita e i suoi gradi. La nozione di anima o principio vitale: forma e materia. La corporeità: il corpo come sistema. Le facoltà o principi operativi: atto e operazione. La conoscenza umana: il piano sensibile e il piano intellettuale; linguaggio e pensiero; l’intelligenza artificiale; il problema mente-corpo. Le tendenze sensibili e la volontà. L’azione e la libertà. Gli abiti. La dinamica affettiva. Spiritualità ed immortalità del soggetto umano.  
Malo 4,5
2ME3 Metafisica I
L’inevitabile metafisica. La “scienza dell’ente in quanto ente”: l’oggetto della metafisica. Tentativi di superare la metafisica: l’empirismo di Hume; la grande crociata neopositivista contro la metafisica; la metafisica presupposta dall’antimetafisica. Rilevanza della metafisica: difficoltà dell’impresa; l’importanza della riflessione metafisica; A che cosa serve la metafisica in teologia. Il metodo della metafisica: spiegare l’esperienza; dimensione aporetica; la risoluzione nei principi; La metafisica come filosofia prima. L’essenza della realtà fisica. La molteplicità delle realtà: le categorie; la sostanza; gli accidenti. L’essenza delle cose. L’ilemorfismo. L’attività delle sostanze: Atto e potenza; i diversi tipi di attività; i principi dell’attività.            
Reyes Leiva 4,5
2SO2 Introduzione alle scienze sociali
1. La nozione di scienza e la nascita delle scienze sociali. Scienze sociali o scienze umane? 2. La storia contro i concetti universali (la Methodenstreit). Von Savigny (1779-1861) e la Scuola Storica. W. Dilthey (1833-1911). La reazione di Carl Menger (1840-1921). Il neokantismo. E. Durkheim (1858-1917), V. Pareto (1848-1923) e Max Weber (1865-1920). 3. I metodi quantitativi. È possibile una conoscenza descrittiva e avalutativa della società? 4. Sviluppo della politica e dell’economia. Teorie politiche e teorie economiche. 5. Società e cultura nel 900: a) Psicologia e interpretazione sociale della psicoanalisi. La nascita della psicologia sperimentale. Psicologia della forma. Comportamentismo. S. Freud (1856-1939), C.G. Jung (1875-1961) ed E. Fromm (1900-1980). G. Allport (1897-1967) e la psicologia sociale; b) Antropologia filosofica e biologia. H. Plessner (1892-1985), A. Gehlen (1904-1976), N. Ellias (1897-1990); c) Società, sistema e sistemi. T. Parsons (1902-1979) e N. Luhmann (1927-1998). 6. Sviluppo dei popoli e demografia: a) Etnologia e antropologia culturale; b) Demografia ed economia politica. 7. Società e linguaggio. La linguistica. Lo strutturalismo e i suoi sviluppi. Conclusioni: Habermas e il dibattito sui presupposti del diritto e dello Stato.    
Mercado 3
2TF2 Lettura di testi filosofici I
Questo corso si propone di orientare lo studente nella lettura personale di alcuni testi, di carattere introduttivo, di particolare spessore filosofico. Vuole essere un aiuto per porsi delle domande filosofiche essenziali e per approfondire le risposte muovendo dai fenomeni ai principi, facilitando così una visione integrale del sapere.   I testi fondamentali di lettura saranno presi da: Platone, L’apologia di Socrate; Eutifrone; Fedone; Aristotele, Etica nicomachea; De anima; Epitteto, Manuale, Tommaso d’Aquino, Summa teologiae, I-II, qq. 1-5.  
Lombo 3
2LA2 Latino II
3

SEGUI LE ATTIVITÀ DELL'UNIVERSITÀ

Newsletter - L'Appuntamento

Resta aggiornato sulle nostre attività e sugli eventi

Iscriviti