Dottorato

Il Terzo Ciclo (Dottorato), della durata minima di tre anni, porta a compimento la specializzazione filosofica. Sotto la guida di un docente, lo studente prepara la tesi dottorale che deve apportare un effettivo contributo alla ricerca filosofica; è tenuto inoltre a partecipare alle altre attività previste per i candidati al dottorato.

Tra i principali ambiti di ricerca della Facoltà ci sono: Metafisica ed etica classiche, in particolare Aristotele e Tommaso d’Aquino, Antropologia e psicologia, Cultura e Società, Etica delle organizzazioni e dell’impresa, Filosofia cognitiva e della mente, Filosofia della conoscenza scientifica, Scienza ragione e fede.

Il titolo di Dottore viene conferito dopo la pubblicazione della tesi di dottorato o, almeno, della sua parte principale. Per la stesura del testo definitivo, lo studente deve tener conto delle osservazioni fatte dalla Commissione esaminatrice e presentare due copie del testo per ottenere dalla Facoltà l'imprimi potest per la pubblicazione.

Condizioni di ammissione al Dottorato

Per essere ammessi al Dottorato, gli studenti devono essere in possesso del titolo di Licenza in Filosofia con il voto minimo di Magna cum laude (9,0) e ricevere il parere favorevole della Commissione per il programma dottorale, che esaminerà il loro curriculum e terrà conto in maniera particolare delle capacità di ricerca dimostrate durante la Licenza.

L’ammissione al dottorato è subordinata alle reali possibilità di condurre un lavoro scientifico nell’ambito delle linee di ricerca della Facoltà. Per questa ragione:

1. Il candidato proveniente da un’altra istituzione dovrà presentare, oltre alla richiesta scritta di ammissione e l’apposita documentazione, una proposta sommaria dell’argomento su cui intende svolgere la propria ricerca, con l’indicazione del docente sotto la cui guida intende lavorare. L’accettazione preventiva da parte del docente sarà un fattore positivo in vista dell’accettazione al programma dottorale. È quindi consigliato prendere contatto con il docente con cui si desidera lavorare.

2. La Commissione per il programma dottorale potrà eventualmente stabilire delle condizioni da adempiere prima dell’ammissione, o determinare un programma personale da seguire durante il primo anno di dottorato, che preveda, ad esempio, la frequentazione di alcuni corsi. A questo scopo il candidato avrà un colloquio personale con la Commissione prima dell’inizio del Programma.

Attività del Programma dottorale

Durante il programma dottorale, oltre alla stesura della tesi, gli studenti dovranno completare la propria formazione mediante le seguenti attività:

a) Seminario di metodologia: ogni dottorando dovrà partecipare durante il primo anno alle sessioni di metodologia che verranno organizzate.

b) Seminario di ricerca: esso prevede la partecipazione ai Seminari di Facoltà, ai Convegni annuali di studi e alle altre attività scientifiche organizzate dalla Facoltà. Inoltre, esso potrà prevedere delle sessioni specialistiche, con periodicità variabile, rivolte specificamente ai dottorandi.

c) Corsi di lingue: ogni dottorando dovrà studiare le lingue classiche e moderne che, secondo il parere del relatore, risultino indispensabili per fare ricerca nel particolare ambito scelto.

Richiesta, approvazione e sviluppo del Progetto

Entro sei mesi dall’inizio del Programma, lo studente deve presentare e chiedere l’approvazione del suo Progetto di ricerca in vista della tesi dottorale:

1. Lo studente presenterà in Segreteria un’apposita domanda indirizzata al Decano della Facoltà, chiedendo l’approvazione del tema della tesi di Dottorato, indicando il relatore scelto e allegando il Progetto di ricerca (l'apposito modulo può essere richiesto in Segreteria oppure lo si può scaricare qui). In questo progetto il candidato dovrà illustrare in maniera dettagliata gli obiettivi e il contenuto della ricerca, giustificandone la validità, e dovrà fornire una bibliografia ragionata con tenente i principali studi sull’argomento. Il Progetto di ricerca richiede il visto del relatore.

2. Inoltrata la domanda di approvazione del Progetto di ricerca, lo studente dovrà presentarsi ad un colloquio con la Commissione per il Programma dottorale, durante il quale gli sarà chiesto di illustrare il contenuto e il programma della ricerca da svolgere. La Commissione valuterà sia l’argomento sia il piano di lavoro, e tenuto conto del curriculum del candidato e del parere del relatore, potrà stabilire ulteriori condizioni necessarie per l’approvazione del progetto, come ad esempio la partecipazione a qualche corso o convegno.

3. L’approvazione del Progetto di ricerca è valida per cinque anni a partire dall’Anno Accademico di iscrizione al terzo ciclo, trascorsi i quali è necessario chiederne il rinnovo ogni anno, versando la tassa corrispondente.

4. Ogni singolo capitolo della tesi deve essere esaminato anche dal correlatore, nominato dal Decano al momento dell’approvazione del tema. Il correlatore ha a disposizione quindici giorni lavorativi per comunicare all’interessato, attraverso il relatore, le proprie osservazioni sul capitolo letto.

5. Una volta ultimata la stesura dell’intera tesi, e prima di procedere alla stampa definitiva e alla rilegatura, lo studente ne dovrà consegnare in Segreteria una copia non rilegata affinché riceva dal correlatore il nulla osta per la discussione, secondo la prassi vigente.

6. Ottenuto il nulla osta, lo studente dovrà consegnare in Segreteria cinque copie rilegate della tesi, ciascuna con la firma del relatore sulla prima pagina, e versare la relativa tassa accademica. La Segreteria apporrà il timbro dell’Università sulla prima pagina di ciascuna copia e ne restituirà una allo studente.

7. La discussione della tesi di Dottorato ha luogo in una sessione pubblica davanti a una commissione di docenti, nel periodo compreso tra ottobre e giugno. La data (non prima di quindici giorni lavorativi dalla consegna della tesi) e l’ora vengono comunicate dalla Segreteria Accademica.

Progetti di tesi in elaborazione

Data di approvazione del progetto

Titolo

Dottorando

Relatore

2008-12-05

Neurobiological Disputes on Religious Experience: A Philosophical Development for a Basis of Faith

Cardone, Mario Vincent

Juan José Sanguineti

2010-10-20

Fondamenti antropologici della nozione di famiglia in Francesco D'Agostino

Morales de Álava, Josemaría

Francesco Russo

2013-01-11

Dio come "Ens infinitum" in Giovanni Duns Scoto

Coudjofio, Jacyle

Benedetto Ippolito

2013-01-24

Reflexividad y alteridad. La subjetividad humana según Merleau-Ponty

Garrido Bermúdez, José María

Ariberto Acerbi

2013-02-25

"Human flourishing" e la Psicologia Positiva di Martin Seligman

Bastos Andrade, Livia

Juan Andrés Mercado

2013-03-12

Le dimensioni personalistiche dell'attività tecnico-scientifica: aspetti epistemologici, etici ed esistenziali

Savarese, Miriam

Giuseppe Tanzella-Nitti

2013-10-01

Charles Carroll of Carrollton: Natural Law, Ordered Liberty, and Religious Freedom in the American Revolution

Maio, Nicola

Robert A. Gahl, Jr.

2014-01-24

Richard Swinburne and the Existence of God: Probability and Cumulative Effect

Joseph, Roshin

Stephen L. Brock

2014-01-24

The Capable Man's Desire for Justice: A Philosophical Investigation of the Concept of Justice and Its Significance in the Ethical Life of the Person Based on the Works of Paul Ricoeur

Tuazon, Ronaldo Cruz

Francisco Fernández Labastida

2014-03-14

Truth and Relativism in the Thought of Joseph Ratzinger

Viego, Carlos Miguel

Rafael Martínez

2014-10-17

El amor personal en Carlos Cardona

López Navarro, Federico María

Lluís Clavell

2015-06-04

The Human Intellect's Apprehension of the "Actus Essendi"

González Castillo, Orestes Jesús

Stephen L. Brock

2015-10-30

Charles Taylor's Theory of Multiculturalism and the Nigeria Case

Okoroafor, ThankGod Eberechukwu

Francisco Fernández Labastida

2016-01-21

"Mindfulness" and the Virtue of "studiositas": Aquinas in Dialogue with Cognitive-Behavioral Therapy

Auro, Fadi Thomas Maria

Robert A. Gahl, Jr

2016-01-21

El rol del lenguaje en la construcción de la realidad social según John Searle

López, Jorge Jesús

Juan José Sanguineti

2016-03-02

La dialéctica existencial en el pensamiento de Kierkegaard: La doble reflexión de Johannes Climacus y Anti-Climacus

Barba Cabrales, Christopher

Francisco Fernández Labastida

2016-03-18

The Importance of the Ends of Temperance in St Thomas Aquinas: Identifying a Key Work of Reason and Will in Temperate Acts

Fagan, Michael Joseph

Stephen L. Brock

2016-04-06

Love as a Virtue: Analysing Karol Wojtyla's Philosophy of Love according to his Sources

Antonysamy, Benedict Prabaharan

José Angel Lombo

2016-04-12

Aquinas's patience in view of a philosophical foundation for Acceptance and Commitment Therapy

Flynn, John

Robert A. Gahl, Jr.

2016-04-21

Acción creadora y libertad personal en el pensamiento de Gabriel Marcel

Rebolé Ruiz, Joaquín

Antonio Malo

2016-07-08

La virtud social de la veracidad según Tomás de Aquino y su proyección en el ideal contemporáneo de autenticidad

Alonso Cuevas, José Tomás

Francesco Russo

2016-09-08

"Naturalem inclinationem ad hoc quod veritatem cognoscat de Deo" (Summa theologiae, I-II q. 94, a. 2) ou la dimension religieuse de la loi naturelle chez saint Thomas d'Aquin

Lapenne, Thomas

Stephen L. Brock

2016-09-13

The Common Good of the Universe according to Saint Thomas Aquinas

Pina Lince de Faria, Marta

Stephen L. Brock

Sezione: 

SEGUI LE ATTIVITÀ DELL'UNIVERSITÀ

Newsletter - L'Appuntamento

Resta aggiornato sulle nostre attività e sugli eventi

Iscriviti