Ti trovi in:  home | Press Office | Rassegna 2006 | 08.03.06
X Convegno Internazionale alla Pontificia Università della Santa Croce: "La natura della religione in contesto teologico"

Agenzia FIDES - http://www.fides.org/aree/news/newsdet.php?idnews=8860'=ita - 08.03.2006

Roma (Agenzia Fides) - Cosa distingue una religione da una credenza ? Il cristianesimo è, oppure no, una religione fra le altre? Su tali questioni si soffermerà il X Convegno internazionale di studio La natura della religione in contesto teologico, organizzato dalla Facoltà di Teologia della Pontificia Università della Santa Croce, in programma dal 9 al 10 marzo. I lavori avranno inizio giovedì 9 marzo con il saluto di Mons. Mariano Fazio, Rettore magnifico della Pontificia Università della Santa Croce. A seguire, l'intervento del prof. Luis Romera (Santa Croce) sul tema Snodi filosofico-culturali del discorso sulla religione: suggerimenti per una riflessione teologica; del prof. Enrico dal Covolo (Università Pontificia Salesiana) su Religione e pietas nell'età classica; del prof. Jude Dougherty (Catholic University of America) su L'idea di religione nella modernità: l'eredità di Kant e Hume; del prof. Pierangelo Sequeri (Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale, Milano) su La specificità della fede cristiana: singolarità e universalità del suo evento fondatore. Per venerdì 10 marzo sono previsti invece gli interventi del prof. Horst Burkle (Ludwig-Maximiliens-Universitat di Monaco di Baviera) su Religione o religioni?; del prof. Massimo Introvigne (Direttore del CESNUR) su Le nuove religiosità e la religione; del prof. Giuseppe Tanzella-Nitti (Santa Croce) su Cristianesimo e domanda cosmologica: universalità della ragione e universalità della religione; del prof. Paul O'Callaghan (Santa Croce) su Cristianesimo e domanda antropologica: il cristianesimo è una religione? Circa 30 le comunicazioni presentate da docenti provenienti da diverse nazioni. Sede del Convegno: Aula Giovanni Paolo II, Palazzo di Sant'Apollinare (p.zza Sant'Agostino, 7 - ROMA). (S.L.) (Agenzia Fides 8/3/2006 - Righe 20, parole 270).
Il diritto canonico Ŕ garanzia di libertÓ

FIDEST - CODE05/10893 (9/3)

Roma 9-10 Marzo 2006 Aula Giovanni Paolo II, Palazzo di Sant'Apollinare (p.zza Sant'Agostino, 7 ROMA) X Convegno Internazionale La natura della religione in contesto teologico Cosa distingue una religione da una credenza? Il cristianesimo è, oppure no, una religione fra le altre?   A differenza del contesto tipico della modernità, ove la giustificazione della religione di fronte al pensiero filosofico-critico non metteva in speciale discussione la sua comprensione teologica o culturale scrivono i promotori del convegno -, il contesto odierno è invece segnato da una crescente incertezza al momento di dover riconoscere i caratteri essenziali di una religione e valurarne i rapporti con la filosofia e la cultura.  Per cui è divenuto un compito irrinunciabile individuare tutte quelle istanze, sia teologiche che filosofiche, che permettono di valutare l'elemento di universalità della religione e la sua distinguibilità dalla nozione di credenza. Lo stesso cristianesimo ne risulta coinvolto, trovandosi nella necessità di contribuire al chiarimento della natura stessa di religione, pur nella consapevolezza di superare in sé le mere esigenze di un'antropologia religiosa. Il lavori prenderanno inizio giovedì 9 marzo con il saluto di Mons. Mariano Fazio, rettore magnifico della Pontificia Università della Santa Croce. A seguire, l'intervento del prof. Luis Romera (Santa Croce) sul tema Snodi filosofico-culturali del discorso sulla religione: suggerimenti per una riflessione teologica; del prof. Enrico dal Covolo (Università Pontificia Salesiana) su Religione e pietas nell'età classica; del prof. Jude Dougherty (Catholic University of America) su L'idea di religione nella modernità: l'eredità di Kant e Hume; del prof. Pierangelo Sequeri (Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale, Milano) su La specificità della fede cristiana: singolarità e universalità del suo evento fondatore. Per venerdì 10 marzo sono previsti invece gli interventi del prof. Horst Burkle (Ludwig-Maximiliens-Universitat di Monaco di Baviera) su Religione o religioni?; del prof. Massimo Introvigne (Direttore del CESNUR) su Le nuove religiosità e la religione; del prof. Giuseppe Tanzella-Nitti (Santa Croce) su Cristianesimo e domanda cosmologica: universalità della ragione e universalità della religione; del prof. Paul O'Callaghan (Santa Croce) su Cristianesimo e domanda antropologica: il cristianesimo è una religione? Circa 30 le comunicazioni presentate da docenti provenienti da diverse nazioni. Si va, ad esempio, dal Dialogo interreligioso a cura di Gian Luigi Brena a La natura della preghiera fra teologia e filosofia di Paola Ricci Sindona a Esperienza religiosa e realismo cristiano di Graziano Borgonovo. Inoltre, il volto femminile della religione, i fondamentalismi religiosi e riferimenti a Joseph Ratzinger, San Tommaso, Edith Stein, Cartesio