Licenza

La Licenza in Teologia Morale prevede un programma formativo biennale pensato per far fronte alle molteplici sfide etiche della società odierna. I corsi e i seminari offerti coprono i diversi ambiti della Teologia Morale: morale fondamentale, morale teologale, sessualità, matrimonio e famiglia, bioetica, morale sociale e politica. Entro la struttura generale del piano di studi, ogni studente deve scegliere il proprio ambito di specializzazione su cui dovrà elaborare una tesi finale. Questo lavoro di ricerca, nel quale egli è seguito da un professore del Dipartimento, è anche indirizzato a introdurre il candidato alla metodologia della ricerca teologica.

Norme Generali

Condizioni di ammissione agli studi del secondo ciclo

a) Possono essere ammessi ai corsi del secondo ciclo gli studenti che abbiano superato con profitto la prova di grado di Baccellierato in Teologia. Nel caso non si fosse in possesso di tale titolo, ma si siano compiuti gli studi filosofico-teologici sessennali presso scuole o istituti superiori approvati dall’autorità ecclesiastica (seminari, studentati religiosi, ecc.), prima dell’iscrizione si dovrà sostenere presso l’Università un colloquio d’idoneità.

b) Tutti gli studenti di madrelingua non italiana che non hanno conseguito il Baccellierato in Teologia presso la Pontificia Università della Santa Croce devono sostenere l’esame finale del corso d’italiano di settembre. Chi non supera questo esame dovrà dedicare i 6 crediti di approfondimento linguistico al corso di lingua italiana.

c) Oltre all’italiano, si richiede una conoscenza di base di altre due lingue moderne, del latino e del greco.
 

Piano degli studi

Il piano degli studi della Licenza consta di 120 crediti ECTS.

Gli studenti devono seguire seminari e corsi, superandone gli esami, per un totale di 90 crediti ECTS così distribuiti:

  • 51 crediti ECTS per corsi della propria specializzazione, indicati come tali dalla Guida Accademica.
  • 18 crediti ECTS di libera configurazione, che potranno essere scelti tra le materie della propria specializzazione o tra gli altri corsi offerti dalla Facoltà.
  • 6 crediti ECTS corrispondenti ai due seminari. Gli studenti potranno iscriversi ai seminari soltanto a partire dal secondo semestre del primo anno di Licenza.
  • 6 crediti ECTS corrispondenti ai due corsi di lettura di testi teologici organizzati dalla propria specializzazione.
  • 3 crediti ECTS corrispondenti al corso di Metodologia teologica pratica che si svolge nel primo semestre del secondo anno di Licenza.
  • 6 crediti ECTS corrispondenti al corso di approfondimento linguistico, scelto dallo studente tra queste quattro lingue: latino, greco, italiano, inglese (quest’ultimo corso potrà essere scelto soltanto da coloro che vantano una buona conoscenza della lingua italiana; la quota d’iscrizione è a carico dello studente).

Alla discussione della tesi di Licenza vengono attribuiti 25 crediti ECTS, e alla prova di grado 5 crediti ECTS.

Il numero massimo di crediti ECTS che gli studenti potranno ottenere per semestre è di 30. Questo numero comprende sia i corsi e i seminari offerti dalla Facoltà, sia le altre attività a cui si attribuiscono crediti (ad es. i corsi speciali approvati dal Comitato Direttivo). La partecipazione alle sessioni dei Convegni organizzati dalla Facoltà si considera equivalente a due crediti ECTS di libera configurazione. Saranno anche riconosciuti i corsi organizzati dai Dicasteri della Curia Romana, di cui verrà data opportuna notizia. La Facoltà si riserva di non attivare i corsi o i seminari che non raggiungano un numero sufficiente di studenti. 

Piano degli Studi

Anno Accademico 2016-2017 - I Semestre

Codice Materia Docente       ECTS
G224 Avviamento alla teologia morale: natura, metodo, storia* Martin Schlag
Arturo Bellocq
7
D042 Corso di Metodologia Teologica Pratica** Juan Marcos Arroyo
Antonio Ducay
3
H192 Etica della sessualità e della famiglia Angel Rodríguez Luño
4
H712 Famiglia e diritto Antonio Porras
5
L602 Fondamento trinitario della vita teologale José María Galván
7
G282 Teologia della coscienza morale I: percorso storico Graziano Borgonovo
4
S489 Seminario: La pratica della virtù ne Juan Ramón Areitio 3
S490 Seminario: Problemi attuali di etica della comunicazione Carlos García del Barrio 3
G272 Letture di Teologia morale I Arturo Bellocq
Antonio Porras
Pablo Agulles
3

* Corso obbligatorio per gli studenti del primo anno di Licenza - ** Corso obbligatorio per gli studenti del secondo anno di Licenza.

 

Anno Accademico 2016-2017 - II Semestre

Codice Materia Docente       ECTS
H742 Etica della giustizia Angel Rodríguez Luño
4
G262 Il discorso della montagna. La svolta etica di Gesù Bernardo Estrada
3
H203 Questioni di bioetica nel fine vita Pablo Requena
6
G192 Teologia della coscienza morale II: approfondimento sistematico Graziano Borgonovo
4
G302 Introduzione alla teologia morale di S. Tommaso Robert Wielockx
4
S469 Seminario: Gaudium et spes: passato e presente Martin Schlag 3
S338 Seminario: Obiezione di coscienza in ambito sanitario Pablo Agulles 3
G292 Letture di Teologia morale II Arturo Bellocq
Antonio Porras
Pablo Agulles
3

 

Anno Accademico 2017-2018 - I Semestre

Codice    Materia  Docente       ECTS
- Avviamento alla teologia morale: natura, metodo, storia* Arturo Bellocq
7
- Corso di Metodologia Teologica Pratica** Juan Marcos Arroyo     
Antonio Ducay
3
- L'etica cristiana delle virtù I Angel Rodríguez Luño
5
- Speranza cristiana e speranze umane Juan Ramón Areitio
4
- Problemi bioetici di inizio vita Pablo Agulles
7
- La riflessione morale a partire dalla Veritatis Splendor: alcune scuole teologiche Graziano Borgonovo
4
- Seminario: Modelli di bioetica Pablo Agulles
3
- Seminario: Problemi attuali riguardanti l'indissolubilità del matrimonio Antono Porras 3
- Letture di Teologia morale I Arturo Bellocq
Antonio Porras
Pablo Agulles
3

* Corso obbligatorio per gli studenti del primo anno di Licenza - ** Corso obbligatorio per gli studenti del secondo anno di Licenza.

 

 Anno Accademico 2017-2018 - II Semestre

Codice     Materia Docente       ECTS
- L'etica cristiana delle virtù II Angel Rodríguez Luño 4
- Etica cristiana e società tecnologica: la tecno-etica José María Galván
4
- Lo sviluppo storico della Dottrina sociale della Chiesa Arturo Bellocq
4
- Introduzione allo studio della Quaestio de virtutibus e paralleli di S. Tommaso d'Aquino Robert Wielockx
4
- Seminario: La persona umana nel Magistero di Giovanni Paolo II Graziano Borgonovo
3
- Seminario: Studio di alcuni casi di coscienza Pablo Requena
3
- Letture di Teologia morale II Arturo Bellocq
Antonio Porras
Pablo Agulles
3

Orario delle lezioni

Scarica qui l'orario delle lezioni.

Descrizione dei corsi

ANNO ACCADEMICO 2016-2017

042 METODOLOGIA TEOLOGICA PRATICA
Criteriologia del lavoro di ricerca in Teologia. L'apparato critico e la bibliografia. Introduzione alla preparazione della tesi di Licenza e di Dottorato. L'impiego della Sacra Scrittura. L'uso delle principali fonti patristiche, medievali, moderne e contemporanee. I repertori bibliografici. Le risorse di internet per la ricerca in Teologia.
Proff. A. Ducay e J.M. Arroyo

G224 AVVIAMENTO ALLA TEOLOGIA MORALE: NATURA, METODO, STORIA
La morale nelle fonti della teologia: Antico Testamento. La morale nei Vangeli. La morale nel corpus paulinum. La patristica. Elementi di storia della teologia morale: la teologia morale scolastica. La teologia morale dal XIV al XVIII secolo. I movimenti di rinnovamento della teologia morale e il Concilio Vaticano II. L’enciclica Veritatis Splendor nel contesto della teologia morale. Alcune impostazioni attuali d’insegnamento della teologia morale. Natura e metodo della teologia morale: La vita cristiana come sequela di Cristo. La teologia morale come intelligenza della vita cristiana. La teologia morale e il magistero della Chiesa. Il rapporto ragione-fede in ambito morale. Alcune questioni attualmente dibattute.
Proff. M. Schlag e A. Bellocq

G282 - G192 LA TEOLOGIA DELLA COSCIENZA MORALE (I: PERCORSO STORICO, II: APPROFONDIMENTO SISTEMATICO)
Gli interrogativi riguardanti la “coscienza morale” conservano una perenne attualità, interessando sempre tutti e ciascuno, in qualsiasi frangente storico. La coscienza è come il “luogo interiore” dove si pone concretamente per ogni uomo la domanda fondamentale circa il bene e circa il male morale. Si è spesso designata la coscienza come la “voce di Dio” in noi, ma per molti, non solo ai nostri giorni, essa sembra confondersi con il diritto d’agire secondo la propria opinione personale, seguendo isolatamente, ognuno per conto proprio, appunto, come si dice, la “propria coscienza”. La questione è dunque cruciale: esiste al fondo della nostra coscienza una luce che ci sospinge al bene facendoci rifuggire dal male, una voce che ci chiama, possiede autorevolezza e capacità di giudizio, oppure siamo al contrario lasciati a noi stessi, quali giudici insindacabili, proprio in rapporto a ciò che è bene e male per noi? Detto in altri termini: la morale riposa sulla solida roccia di una legge interiore, percepibile da ogni uomo nel segreto del proprio cuore, oppure è soggetta alle variazioni continue delle opinioni, dei tempi e delle culture? Possiamo riconoscere al fondo di noi stessi una base stabile per assicurare la nostra dignità di esseri umani, con i diritti fondamentali che ne conseguono, dipendendo essi per contro dall’eventuale riconoscimento della società e dalla decisione di una maggioranza dotata di potere legislativo? Il corso si svolgerà, come da specificazione per ciascuno dei due semestri, secondo una duplice prospettiva, dapprima storica e poi sistematica. Per la bibliografia, vastissima, ci si limita qui a quattro titoli; altri testi verranno suggeriti durante lo svolgimento delle lezioni.
Prof. G. Borgonovo.

H712 FAMIGLIA E DIRITTO
Negli ultimi decenni il diritto di famiglia ha vissuto una progressiva decomposizione. Le relazioni familiari (coniugalità, paternità, filiazione, fraternità, ecc.) sono state ridefinite da molti leggi. Questo corso vuole studiare la natura delle relazioni familiari e il suo diritto (ius), cioè quello che corrisponde ad ogni relazione secondo la sua natura, per dare una risposta etico-politica ai diversi dibattiti politici sulle coppie di fatto, l'unione tra persone dello stesso sesso, il diritto al divorzio, all'adozione, alla fecondazione artificiale, ecc.
Prof. A. Porras

H192 ETICA DELLA SESSUALITA E DELLA FAMIGLIA
Sessualità e matrimonio nella Sacra Scrittura. Struttura e significati fondamentali della sessualità umana: analisi antropologica. La virtù morale della castità. Castità e pudore. I peccati contro la castità: essenza e forme della lussuria; i peccati interni; i peccati esterni di lussuria incompleta; i peccati esterni di lussuria completa. Alcuni problemi particolari: l’omosessualità; gli abusi sessuali sui minori e la pedofilia. La castità prematrimoniale. La castità coniugale: l’amore coniugale; santità delle relazioni coniugali; la paternità responsabile; gli abusi del matrimonio: la contraccezione; la sterilizzazione; la cooperazione materiale al peccato del coniuge. L’attenzione pastorale dei coniugi. Le situazioni familiari irregolari. L’educazione dell’affettività e l’educazione sessuale.
Prof. A. Rodríguez Luño

L603 FONDAMENTO TRINITARIO DELLA VITA TEOLOGALE
La vita della grazia realizza una vera e propria comunione vitale con Dio che nell’uomo si manifesta come vita di fede, di speranza e di amore: queste tre cosiddette virtù teologali costituiscono l’espressione adeguata della pienezza vitale di Dio, in quanto presente in noi come donata e ricevuta. Si studierà, in base alla tradizione teologica e magisteriale, come i concetti fondamentali della teologia trinitaria (processioni, missioni, pericoresis...) permettano una migliore concettualizzazione della vita nuova della grazia, non soltanto in quanto inabitazione trinitaria ma nella sua dimensione operativa di partecipazione della conoscenza e dell’amore umano alla Conoscenza e all’Amore divino.
Prof. J.M. Galván

G302 INTRODUZIONE ALLA TEOLOGIA MORALE DI SAN TOMMASO
Il corso si suddivide in due parti. Nella prima vengono presentate le opere rilevanti di S. Tommaso (edizioni critiche etc., modo di servirsene), le pubblicazioni dei suoi commentatori importanti nel corso della storia e la principale letteratura secondaria degli ultimi cento anni a seconda delle grandi zone linguistiche occidentali. Nella seconda parte vengono letti (in latino e simultaneamente in italiano) e poi spiegati i passi che riguardano l’articolazione essenziale della teologia morale tommasiana, generalmente seguendo la Ia IIae e la IIa IIae della Summa theologiae, ed occasionalmente anche altre opere maggiori. Si tratta di temi come il fine ultimo dell’umanità (‘beatitudine’, rettitudine di volontà, chiamata e raggiungimento soprannaturali), gli atti umani e le condizioni generali degli atti buoni e cattivi (fine, oggetto, circostanze; volere, godimento (‘fruitio’), intenzione; scelta (‘electio’) dei mezzi per raggiungere il fine), la qualità morale degli atti umani, i modi in cui gli atti umani vengono mossi (le ‘passioni’), le abitudini buone (virtù) o cattive (vizi), i doni, gli atti umani cattivi (peccati), l’aiuto divino tramite la legge (culminante nella legge evangelica) e tramite la necessaria grazia (per il volere in assoluto, per la preparazione alla grazia, per la giustificazione, per la perseveranza), perfezione e carità, episcopato e martirio.
Prof. R. Wielockx

H742 ETICA DELLA GIUSTIZIA
La giustizia nella Sacra Scrittura e nella tradizione morale cattolica. Alcune concezioni economiche particolarmente importanti della Scuola di Salamanca. Essenza e forme della giustizia. La giustizia sociale e la Dottrina Sociale della Chiesa.  Giustizia e carità. La lesione della proprietà altrui. La ingiusta dannificazione. La cooperazione nelle azioni ingiuste. La restituzione e la riparazione del danno.
Prof. A. Rodríguez Luño

H203 QUESTIONI DI BIOETICA NEL FINE VITA
Il corso si propone di presentare i principali problemi morali che si pongono oggi in ambito medico nelle situazioni di malattia grave e fine vita: in modo particolare quelli che riguardano le decisioni sull’inizio e la sospensione delle terapie, così come il dibattito attuale in rapporto all'eutanasia e il suicidio assistito. Da questa prospettiva si approfondisce il concetto di relazione medico-paziente come perno sul quale poggiano molte delle questioni morali in studio, e l'importanza della comunicazione trai soggetti implicati in questi contesti. La presentazione viene fatta dalla prospettiva della bioetica e della teologia morale.
Prof. P. Requena

G262 IL DISCORSO DELLA MONTAGNA. LA SVOLTA ETICA DI GESÙ
Struttura del discorso nei vangeli di Matteo e Luca: la fonte comune ai due vangeli. Le beatitudini. Le antitesi matteane e la nuova legge. Il comandamento dell’amore come elemento fondante della tradizione del discorso. La nuova giustizia. Il digiuno, la preghiera, l’elemosina. Fiducia nella provvidenza. La via verso Dio. Validità e attualità del “Discorso della montagna”. La sua interpretazione nella storia della Chiesa.
Prof. B. Estrada

G272-G292 LETTURE DI TEOLOGIA MORALE (I - II)
Questa materia mira a favorire il contatto diretto degli studenti con alcuni testi di teologia a cui si attribuisce particolare valore scientifico o formativo. Sotto la guida di un docente, lo studente leggerà i testi stabiliti e, al termine del corso, dovrà sostenere una prova di profitto sulle letture svolte. Informazioni più dettagliate sui testi da leggere saranno reperibili in Segreteria accademica.

 

ANNO ACCADEMICO 2017-2018

L’ETICA CRISTIANA DELLE VIRTÙ (I - II)
L’etica delle virtù. Le principali figure di etica. Caratteristiche generali dell’etica delle virtù. Il dibattito attuale intorno all’etica delle virtù in ambito filosofico e teologico. Il soggetto morale. La persona umana in quanto soggetto di desideri e passioni. La dimensione ontologica del desiderio umano: le inclinazioni naturali. La dimensione psicologica: tendenze, sentimenti e passioni. L’integrazione dell’affettività umana nel comportamento libero: l’interpretazione, valutazione e correzione dell’affettività da parte della persona. Le virtù morali. Il concetto di virtù nella tradizione del pensiero morale cristiano. La virtù morale come abito della buona scelta di azione. La dimensione intellettuale, affettiva e disposizionale della virtù morale. Atto intenzionale e atto elettivo della virtù. I fini virtuosi come principi naturali della ragione pratica. La prudenza imperfetta. Il problema delle virtù morali infuse. La legge morale nel contesto dell’etica delle virtù. La radicale costituzione dell’uomo come essere morale: la legge morale naturale. La distinzione tra i principi e i precetti della legge morale naturale. Contributo dell’attuale etica delle virtù per una più adeguata comprensione teologica della «legge nuova» o lex gratiae. Collocazione del trattato sulla coscienza morale all’interno di un’etica delle virtù. Studio sistematico dei problemi del giudizio morale.
Prof. A. Rodríguez Luño

SPERANZE UMANE, SPERANZA CRISTIANA
La vocazione divina alla speranza. L’uomo, essere di speranza. Immanenza e trascendenza della speranza. Il “principio speranza”. La fede, inizio della speranza più grande. La salvezza nella speranza. Speranza cristiana e speranza umana. Speranza e impegno morale.
Prof. J.R. Areitio

PROBLEMI BIOETICI DI INIZIO VITA
Principi fondamentali dell’etica della vita dal punto di vista filosofico e teologico. Il dibattito attuale sull’identità e lo statuto dell’embrione umano. Le prospettive antropologiche, giuridiche ed etiche. Fondamenti della dottrina ecclesiale sul rispetto dovuto alla vita umana allo stato embrionale. Il dramma dell’aborto. Le nuove forme di intercezione e contragestazione. Ricerca e sperimentazione su embrioni umani o su “materiale” embrionale. Le tecniche di riproduzione artificiale. L’inseminazione artificiale. La fecondazione in vitro. L’Intra Citoplasmic Sperm Injection (ICSI). Problemi collegati: la diagnosi pre-impiantatoria; la riduzione embrionale; la crioconservazione. Le tecniche di aiuto alla fertilità eticamente accettabili.
Prof. P. Agulles

LA RIFLESSIONE MORALE A PARTIRE DALLA VERITATIS SPLENDOR: ALCUNE SCUOLE TEOLOGICHE
1) Studi e commenti su Veritatis splendor. Rassegna ragionata di libri e articoli pubblicati in lingua francese, inglese, tedesca, spagnola e italiana. 2) Contenuti fondamentali e linee di ricerca. Ethos cristocentrico e antropologia filiale. La prospettiva biblico-cristologica. Sua ricezione nella teologia cristiana non-cattolica. Comandamenti e beatitudine. La comprensione dell’agire morale. Il dinamismo unitario della razionalità pratica. La verità sul bene: il bene della persona e i beni per la persona. La communio personarum. L’azione dello Spirito Santo e l’eccellenza delle virtù. Ecclesialità e morale. Il bene morale per la vita della Chiesa e del mondo. 3) Alcuni paradigmi di base. Il modello ontologico fondato sulla legge naturale. La morale autonoma. L’etica di prima persona. La specificità filiale della morale cristiana. Il «personalismo cristologicamente fondato».
Prof. G. Borgonovo

ETICA CRISTIANA E SOCIETÀ TECNOLOGICA: LA TECNO-ETICA
Descrizione e analisi degli elementi fondamentali dell’odierna società tecnologica, in quanto condizionanti di una nuova riflessione etica; la risposta della teologia morale e dell’antropologia cristiana. Ragioni di convenienza per la nascita della tecno-etica: descrizione e metodologia specifica. Presentazione di alcuni problemi urgenti: tecnologia di comunicazione globale, robotica, biorobotica, tecnologie cyberorganiche.
Prof. J.M. Galván

INTRODUZIONE ALLO STUDIO DELLA QUAESTIO DE VIRTUTIBUS E PARALLELI DI S. TOMMASO D’AQUINO
Dopo una breve introduzione generale dedicata alle fonti e alla letteratura secondaria, il corso consisterà essenzialmente nella lettura, in latino con traduzione simultanea in italiano, di passi selezionati da: De virtutibus in communi (aa. 1-13), De caritate, a. 3; De spe, a. 1; De virtutibus cardinalibus, aa. 1-2. Occasionalmente si leggeranno paralleli dal commento di S. Tommaso all’Etica Nicomachea di Aristotele, dal De veritate e dal De malo.
Prof. R. Wielockx

LO SVILUPPO STORICO DELLA DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA
In questo corso si cercherà di offrire una visione panoramica della Dottrina sociale cattolica nell’epoca moderna e di spiegare le fondamenta dell’etica sociale cristiana. Partendo dalla domanda se l’epoca moderna sia frutto di una rottura oppure dello sviluppo della tradizione cristiana, si propone un percorso storico che segue principalmente le diverse encicliche sociali dei Papi studiate nel loro contesto, dalla Rerum novarum di Leone XIII fino alla Laudato si' di Papa Francesco, cercando di identificare i motivi storico-culturali e teologici dello sviluppo della dottrina sociale della Chiesa.
Prof. A. Bellocq

Sezione: 

SEGUI LE ATTIVITÀ DELL'UNIVERSITÀ

Newsletter - L'Appuntamento

Resta aggiornato sulle nostre attività e sugli eventi

Iscriviti