Piano degli studi

Storia della Chiesa

1° Semestre

Codice Nome Docente ECTS
M572 Letture sulla storia della Chiesa medievale
Il corso si prefigge l’obiettivo di introdurre l’alunno alla conoscenza di alcuni dei principali autori di testi sulla Chiesa nel periodo medioevale. Lo studente dovrà scegliere uno o più libri dalla lista proposta dal Dipartimento e reperibile sulla Piattaforma Didattica. Ad ogni libro è assegnato un numero di crediti (uno, due o tre) in base al numero di pagine; è richiesta la lettura di testi per un totale di tre crediti.
Forlani 1,5
M131 Metodologia storica pratica II
Introduzione alla ricerca storica e alla stesura di una tesi di Licenza. Seconda parte. @font-face {font-family:"MS 明朝"; mso-font-charset:78; mso-generic-font-family:auto; mso-font-pitch:variable; mso-font-signature:-536870145 1791491579 18 0 131231 0;}@font-face {font-family:"Cambria Math"; panose-1:2 4 5 3 5 4 6 3 2 4; mso-font-charset:0; mso-generic-font-family:auto; mso-font-pitch:variable; mso-font-signature:-536870145 1107305727 0 0 415 0;}p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-unhide:no; mso-style-qformat:yes; mso-style-parent:""; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-font-family:"MS 明朝"; mso-fareast-theme-font:minor-fareast;}.MsoChpDefault {mso-style-type:export-only; mso-default-props:yes; font-size:10.0pt; mso-ansi-font-size:10.0pt; mso-bidi-font-size:10.0pt; mso-fareast-font-family:"MS 明朝"; mso-fareast-theme-font:minor-fareast; mso-fareast-language:JA;}div.WordSection1 {page:WordSection1;}
Zak - Martínez Ferrer 1,5
LAP1 Latino progredito I
La sintassi del verbo: nozioni preliminari, uso dei tempi nel modo indicativo, uso dei modi nelle proposizioni indipendenti, le forme nominali del verbo. Esercitazioni: commento grammaticale e sintattico di brani tratti dalla versione latina della Sacra Scrittura (fotocopie fornite dall’insegnante). Traduzione e analisi del testo della versione latina della Lumen Fidei di Papa Francesco.
Agus 3
LAE1 Latino elementare I
La fonetica latina e la morfologia del “nome” e del “verbo”. Lettura, commento grammaticale e traduzione di testi liturgici e di brani scelti del testo della Volgata dei Sinottici.
Formai 3
LAI1 Latino intermedio I
@font-face { font-family: "Times New Roman"; }@font-face { font-family: "New York"; }p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal { margin: 0cm 0cm 0.0001pt; text-align: justify; font-size: 12pt; font-family: "Times New Roman"; }table.MsoNormalTable { font-size: 10pt; font-family: "Times New Roman"; }p.Testocorso, li.Testocorso, div.Testocorso { margin: 0cm 0cm 0.0001pt; text-align: justify; text-indent: 22.7pt; font-size: 12pt; font-family: "Times New Roman"; }div.Section1 { page: Section1; } @font-face { font-family: "Times New Roman"; }@font-face { font-family: "New York"; }p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal { margin: 0cm 0cm 0.0001pt; text-align: justify; font-size: 12pt; font-family: "Times New Roman"; }table.MsoNormalTable { font-size: 10pt; font-family: "Times New Roman"; }p.Testocorso, li.Testocorso, div.Testocorso { margin: 0cm 0cm 0.0001pt; text-align: justify; text-indent: 22.7pt; font-size: 12pt; La sintassi dei casi: le concordanze, il Nominativo, l’Accusativo e il Dativo. Commento grammaticale e sintattico, traduzione di brevi testi filosofici di autori classici latini.
Pirrone 3
LALT Latino per la licenza in Teologia
Il corso, che pur prevede un conciso riepilogo delle principali nozioni grammaticali del latino (morfologia nominale e verbale, sintassi dei casi e del verbo, elementi fondamentali di sintassi del periodo), ha come obiettivo principale quello di offrire agli studenti la possibilità di un approfondito studio della lingua tramite un contatto diretto con i testi che hanno segnato la storia del pensiero cristiano nella loro originale redazione in lingua latina. Saranno presi in esame scritti di apologetica, atti e passioni dei martiri, testi patristici e di filosofi cristiani, per un periodo che spazia dagli albori del cristianesimo fino al medioevo.
Pirrone 6
M552 Storia medievale
Storia della Chiesa medievale (sec. V - sec. XV ). Introduzione: Che cos’è il Medioevo? Divisione e struttura fondamentale del Medioevo occidentale – I popoli germanici e la Chiesa – La missione in Irlanda, la conversione dei franchi e dei visigoti – Le missioni iro-scozzesi nel continente – Caratteristiche del cristianesimo in Britannia e la missione anglosassone nel continente – Wynfrith/Bonifacio e il fondamento dell’occidente cristiano – L’espansione dell’Islam – La conversione dei popoli slavi e le missioni di Cirillo e Metodio – La crisi iconoclasta e il II Concilio di Nicea – Il patto dei Franchi con la Sede Apostolica – Incoronazione di Carlo Magno a RomaLa decadenza dell’impero carolingio e il saeculum obscurum della chiesa romana – Il grande scisma orientale dell’anno 1054 – La dinastia degli Ottoni e la creazione dei principati ecclesiatici – Cluny, Gorze ed Hirsau: il movimento di riforma monastica – La Riforma Gregoriana – La lotta per le investiture – Riforme del sec. XII – Pauperismo, eresie ed inquisizione – La vita sinodale del sec. XII e XII – Un nuovo tipo di ordini: francescani, domenicani e altri ordini mendicanti – La nascita dell’Università medioevale – Innocenzo III e l’apogeo del papato – Rapporto Chiesa-Stato nel XIII secolo – Bonifacio VIII e la lotta con Francia – Il papato durante il soggiorno della curia in Avignone – La lotta tra Impero e Papato – Il ritorno del papato a Roma – Il Grande Scisma dell’Occidente – Il conciliarismo – Il Concilio di Costanza, Pavia-Siena e Basilea – La lotta del Papato contro il conciliarismo – Il Concilio di Ferrara-Firenze e l’unione con i Greci – Il papato dell’umanesimo    
Forlani - Grohe 3
M562 Medioevo bizantino-slavo
San Giovanni Paolo II insegnò: “Non si può respirare come cristiani, direi di più, come cattolici, con un solo polmone; bisogna avere due polmoni, cioè quello orientale e quello occidentale”. Per questo motivo uno storico della Chiesa dovrebbe conoscere bene la storia medievale del mondo slavo-bizantino, la parte più importante del polmone orientale. Durante il corso studieremo questa realtà da molti punti di vista – non soltanto la storia politica, i suoi fondamenti teologici, filosofici, culturali e la struttura sociale di questa realtà poco conosciuta nel mondo occidentale. I temi principali: 1. Constatino Magno e la formazione del Impero Romano d'Oriente. -2. La base filosofica, teologica e culturale del mondo bizantino. -3. Le invasioni arabe e la formazione del'Impero Bizantino medievale. -4. L’apogeo del potere bizantino medievale: Basilio II Bulgaroctono. - 5. Le prime crociate e i Comneni. -6. La caduta del Impero Bizantino. -7. Le donne in Bisanzio: Pulcheria, Eudocia, Teodora, Anna Comnena. -8. Bisanzio e l’Occidente: Carlomagno, lo scisma Orientale, la IV crociata. -9. Bisanzio e i Russi. -10. Gli Slavi meridionali: Bulgaria e Serbia. -11. Bisanzio e gli Slavi occidentali. -12. La Chiesa ortodossa e le eresie. -13. Influenza della cultura bizantina in Occidente. -14. La società bizantina, economia e vita quotidiana.    
Ginter 3
N672 Storia del pensiero teologico
La tarda patristica. La teologia monastica. La riforma carolingia. Le controversie del sec. IX sull’Eucaristia e sulla predestinazione. I teologi del sec. X: Odone di Cluny, Attone di Vercelli, Abbone di Fleury. La riforma gregoriana. Dialettici e antidialettici. L’eresia di Berengario di Tours. Lanfranco di Bec e Anselmo d’Aosta. La rinascita del secolo XII: i suoi inizi. Metodologia e sistematizzazione. Le scuole di Laon, di San Vittore, di Chartres. Pietro Abelardo. Pietro Lombardo e i suoi discepoli. La teologia nel periodo della grande scolastica. Tommaso d’Aquino e Alberto Magno. Bonaventura da Bagnoregio e Giovanni Duns Scoto. Le scuole domenicana e francescana. Il Trecento: Gugliemo di Ockham; la nascita dell’ecclesiologia: Egidio Romano e Giacomo da Viterbo; la mistica renanofiamminga. Il Quattrocento: la scuola tomista; le controversie conciliariste e l’ecclesiologia; Niccolò Cusano; il nominalismo; Antonino di Firenze. Il Cinquecento: Erasmo da Rotterdam; Tommaso de Vio; la teologia controversista; la Scuola di Salamanca; la “nascita” della teologia morale; Baio; la controversia de auxiliis. Il Seicento: i teologi gesuiti; il giansenismo; i sistemi morali; il quietismo e la polemica dell’amore puro; la nascita delle scienze storiche moderne (Baronio, i bollandisti, i maurini). Il Settecento: la morale liguoriana; la nascita della teologia pastorale; la manualistica per trattati; l’apologetica; la polemica ecclesiologica; il giansenismo settecentesco. L’Ottocento: il tradizionalismo; Hermes e Günther; La Scuola di Tubinga; la Scuola Romana; Scheeben; Rosmini; Newman; il neotomismo. Il Novecento: il modernismo; Le Saulchoir e Fourvière; Teilhard de Chardin; Rahner; Guardini; von Balthasar; la teologia morale; Casel e la riforma liturgica; la teologia della liberazione; l’esegesi biblica.  
Pioppi 3
N102 Storia dei Concili
@font-face { font-family: "Times New Roman"; }@font-face { font-family: "Baskerville"; }p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal { margin: 0cm 0cm 0.0001pt; text-align: justify; line-height: 12pt; font-size: 10.5pt; font-family: Baskerville; color: black; }table.MsoNormalTable { font-size: 10pt; font-family: "Times New Roman"; }div.Section1 { page: Section1; } Il corso si prefigge di offrire una visione generale della storia dei concili ecumenici. Negli ultimi anni ci sono state discussioni storico-teologiche intorno al concetto stesso dell'ecumenicità di quei 21 sinodi che la Chiesa cattolica considera  manifestazione dell’organo con il quale il collegio dei vescovi esercita in modo solenne la potestà sulla Chiesa universale (LG 22). Si presenta la storia della ricezione di questa lista di concili ecumenici, che vengono poi presentati singolarmente nel contesto storico in cui sono stati convocati e celebrati.
Grohe 3
N682 Storia delle crociate
Il corso intende presentare la storia delle crociate nel Medioevo attraverso l’analisi delle principali fonti storiche (racconti cronistici, lettere papali, manuali di predicazioni e sermoni). Il corso sarà diviso in due parti. La prima parte avrà carattere introduttivo e sarà dedicata alla presentazione della moderna storiografia sulle crociate con l’obiettivo di evidenziarne le caratteristiche e valutare le diverse risonanze che il concetto di “crociata” ha nella società contemporanea. La seconda parte del corso sarà dedicata allo studio del movimento crociato tra il XII e il XIV secolo. Delle diverse spedizioni che nel corso di questi secoli sono organizzate per la liberazione della Terra Santa verranno analizzate origini, motivazioni e conseguenze. Particolare attenzione sarà riservata sia alla storia della predicazione crociata e all’influenza che su di essa hanno avuto alcuni storici protagonisti (come Bernardo di Clairvaux, Francesco d’Assisi e Caterina da Siena), sia alla discussione del rapporto che matura in tale contesto tra l’Occidente medievale e l’Oriente islamico e cristiano.      
Grasso 3
N112 Archeologia cristiana e medioevale
Archeologia Cristiana e Medievale: ambito e arco cronologico di riferimento della disciplina. Sue relazioni con le materie affini. La comunità cristiana delle origini: documentazioni monumentali nell'Orbe cristiano: le domus ecclesiae. L'organizzazione ecclesiastica nelle città e nel territorio: le istituzioni parrocchiali, martiriali, devozionali, monastiche, assistenziali. Le loro origini e il loro sviluppo.

Domingo 3
M362 Archeologia e arte paleocristiana a Roma
La città di Roma ha giocato un ruolo essenziale nello sviluppo e nella diffusione del cristianesimo primitivo, e allo stesso tempo, già dall’età imperiale, l’arte e l’architettura promossa in essa sono stati un esempio e modello per le altre città dell’impero. È per questa ragione che l’approssimazione all’archeologia e all’arte paleocristiana di Roma risultano fondamentali per la conoscenza di questi aspetti in tutto l’orbe cristiano. La materia prevede lo svolgimento di lezioni sia in aula che nei principali luoghi e monumenti paleocristiani della città di Roma, in modo che gli studenti acquisiscano una conoscenza globale, e non soltanto teorica, dell’archeologia e l’arte paleocristiana. Il corso sarà diviso in quattro grandi aree tematiche: 1) Città e architettura; 2) I luoghi di culto; 3) Aree cimiteriali e devozione ai martiri; 4) Arte e iconografia paleocristiana. 
Domingo 3
D652 La dimensione teologica del pensiero di San Josemaría Escrivá
Il corso considera una serie di elementi della visione teologica di san Josemaría Escrivá a partire dall'analisi di alcuni suoi testi più significativi. Da una parte saranno presentati alcuni aspetti dello statuto epistemologico degli insegnamenti e della vita di San Josemaría, la sua comprensione della presenza salvifica e rinnovatrice di Cristo nel credente cristiano, che si sforza di fare tutto per la gloria di Dio, suo Padre, e in obbedienza filiale e libera a Lui (Prof. O'Callaghan). Poi saranno considerati alcuni elementi della visione di san Josemaría in campo liturgico. San Josemaría era, in effetti, un mistagogo dell’Eucaristia, che insegnava a far sì che la celebrazione eucaristica, centro della vita cristiana, durasse tutto il giorno, convertendo, così, tutta la vita ordinaria in una messa (prof. Silvestre). Infine verrano presentati alcuni aspetti della dimensione secolare della visione di san Josemaría, con particolare enfasi sulla presenza divina nel tempo, sulla contemplazione a partire dalla vita quotidiana, e centrata in modo cristologico, pneumatologico e mariano sul mistero della Beata Trinità  (prof. Maspero).
Silvestre Valor - Maspero - O'Callaghan 3
N692 La primera evangelización de América latina
1. Qué es la evangelización 2. Leyenda negra y verdad histórica 3. Dimensión jurídica. El Patronato 4. Conquista y evangelización 5. Culturas indígenas y evangelización 6. Concilios 7. Teología 8. Estudio de casos: a) Obispos, b) sacerdotes, c) religiosos. d) Peninsulares, e) criollos, f) afroamericanos. g) Ciudades 9. Piedras de toque: a) Virgen de Guadalupe, b) Rosa de Lima  
Martínez Ferrer 3
N872 Modern and Contemp.y Figures in U.S. Catholic Church History: A Study of Evangelization Through Different Vocations in the U.S. Church
This class will examine the life, thought, and spirituality of several 20th and 21st Century thinkers, all Roman Catholics from the United States of America. Lay novelists Walker Percy and Flannery O’Connor will be discussed, as well as Trappist spiritual writer Thomas Merton, 20th Century Bishop and evangelist Archbishop Fulton Sheen, as well as contemporary theologian and writer Bishop Robert Barron. The influence that these five thinkers, all from the U.S.A. on the Church and the culture will be studied and their thought will be applied to pastoral ministry in the Church today in various cultures.
Cush 3
S543 L'amicizia nel mondo antico e cristiano
L’amicizia riveste un punto assiomatico per l’antropologia antica, per l’esperienza e la spiritualità cristiana e anche per il mondo contemporaneo come sottolinea l’ultima enciclica di Papa Francesco, Fratelli tutti. Il seminario ha lo scopo di presentare, attraverso differenti prospettive, i principi religiosi, antropologici, sociali ed etici dell’amicizia alla luce del pensiero classico, della Sacra Scrittura e dell’esperienza cristiana. Le riflessioni scaturite dalle lezioni e  discussioni saranno spunto per condurre un’analisi del concetto di amicizia nel mondo greco e romano, ove il rapporto amicale ha rivestito un ruolo cruciale nell’antropologia antica, nell’esperienza personale, comunitaria e politica. Successivamente, attingendo ai contenuti della Sacra Scrittura, all’esperienza dei Padri della Chiesa, degli scrittori cristiani, di alcune figure francescane, verrà presentata la “categoria” di amicizia come icona dell’amore, fondamento della vita comunitaria e ideale della vita spirituale, fino ad arrivare al valore che il mondo contemporaneo riserva all’esperienza amicale. Verranno forniti gli strumenti utili per comprendere l’essenza dell’amicizia come concepita nella civiltà classica e cristiana per sviluppare, quindi, la riflessione sul tema nel contesto culturale e sociale occidentale e cristiano.
Palaia 3
S461 Seminario permanente di Storia della Chiesa II
Incontri con docenti e ricercatori su temi vari della Storia della Chiesa. Il seminario è annuale e, per tanto, gli ECTS sono divisi tra i due semestri.      
Forlani 3

2° Semestre

Codice Nome Docente ECTS
M352 Letture sulla storia della Chiesa antica
Il corso di Letture sulla Storia della Chiesa Antica si prefigge l’obiettivo di introdurre l’alunno alla conoscenza di alcuni dei principali autori di testi sull’antichità cristiane. Lo studente dovrà scegliere uno o più libri dalla lista proposta dal Dipartimento e reperibile sulla Piattaforma Didattica. Ad ogni libro è assegnato un numero di crediti (uno, due o tre) in base al numero di pagine; è richiesta la lettura di testi per un totale di tre crediti.  
Forlani 1,5
M121 Metodologia storica pratica I
Introduzione alla ricerca storica e alla stesura di una tesi di Licenza. Prima parte.
Martínez Ferrer - Zak 1,5
LAE2 Latino elementare II
La morfologia degli aggettivi e dei pronomi. Gruppi di verbi irregolari. Lettura, commento grammaticale e traduzione di brevi testi della Summa Theologiae.
Formai 3
LAP2 Latino progredito II
La sintassi del verbo: nozioni preliminari, uso dei tempi nel modo indicativo, uso dei modi nelle proposizioni indipendenti, le forme nominali del verbo. Esercitazioni: commento grammaticale e sintattico di brani tratti dalla versione latina della Sacra Scrittura (fotocopie fornite dall’insegnante). Traduzione e analisi del testo della versione latina della Lumen Fidei di Papa Francesco.
Agus 3
LAI2 Latino intermedio II
La sintassi dei casi: il Genitivo, l’Ablativo, le determinazioni di tempo e di luogo. Particolarità sintattiche. Introduzione al latino cristiano. I generi letterari. Elementi di critica testuale. Commento grammaticale e sintattico, traduzione di brevi testi storici e filosofici di autori classici latini.
Pirrone 3
LALT Latino per la licenza in Teologia
Il corso, che pur prevede un conciso riepilogo delle principali nozioni grammaticali del latino (morfologia nominale e verbale, sintassi dei casi e del verbo, elementi fondamentali di sintassi del periodo), ha come obiettivo principale quello di offrire agli studenti la possibilità di un approfondito studio della lingua tramite un contatto diretto con i testi che hanno segnato la storia del pensiero cristiano nella loro originale redazione in lingua latina. Saranno presi in esame scritti di apologetica, atti e passioni dei martiri, testi patristici e di filosofi cristiani, per un periodo che spazia dagli albori del cristianesimo fino al medioevo.
Pirrone 6
S461 Seminario permanente di Storia della Chiesa II
Incontri con docenti e ricercatori su temi vari della Storia della Chiesa. Il seminario è annuale e, per tanto, gli ECTS sono divisi tra i due semestri.      
Forlani 3
N312 Storia antica
Il corso si affaccia all’appassionante storia della Chiesa lungo il tempo di espansione e radicamento nell’Impero Romano. In un primo momento si studieranno la diffusione del Cristianesimo e il suo scontro con l’Impero nelle persecuzioni; le prime manifestazione delle strutture istituzionali della Chiesa e il vissuto del fedele cristiano; lo sviluppo del patrimonio dottrinale nel confronto con le prime forme di pensiero eterodosso. Successivamente l’attenzione verrà focalizzata su: la resistenza pagana al cristianesimo vincente; le grandi polemiche dottrinali e disciplinari dei secolo IV-V, quali l’arianesimo e il donatismo; il consolidamento delle strutture ecclesiastiche, come il primato romano e la pentarchia; il monachesimo e la cristianizzazione della società. Questo percorso storico si compirà in contatto con i testi antichi, nella cui lettura verranno coinvolti gli studenti.
Leal - Zak 3
M332 Questioni di Patrologia prenicena
Il corso viene impostato secondo i metodi panoramico e monografico. Una delle due lezioni di ogni giorno viene dedicata monograficamente alla lettura di un'opera o un gruppo di opere di Tertulliano; nell'altra lezione si sviluppa uno dei seguenti temi specifici:     1. Eretici, scrittori ecclesiastici e Padri della Chiesa: la Tradizione e il rapporto eresia-ortodossia nei principali  critici contemporanei.     2. Il primato del Romano Pontefice e Clemente Romano.     3. La successione apostolica in Antiochia secondo Ignazio, Eusebio di Cesarea, A. M. Javierre Ortas e W. Bauer.     4. Il canone del Nuovo Testamento: Marcione e la Didaché a confronto.     5. La letteratura pseudoepigrafica e la Lettera dello Pseudo-Barnaba.     6. La letteratura apocrifa: Vangeli, Atti, Lettere, Apocalissi.     7. Taziano e il vangelo tetramorfo.     8. Lo gnosticismo di Ireneo di Lione.     9. L'ipotesi di Loi-Simonetti su Ippolito autore del Elenchos ed esegeta orientale.     10. La scuola di Alessandria e le sue controversie.     11.  Tertulliano, le accuse di fideista e di montanista sono fondate?     12. Cipriano di Cartagine e l'unità della Chiesa cattolica.
Leal 3
M322 Patrologia post-nicena occidentale
Il corso si propone di offrire una panoramica sulla patrologia latina post-nicena, prendendo in esame alcuni dei suoi autori più rappresentativi e concentrandosi, in particolare, sulla figura, sulle opere e sul pensiero di Sant’Agostino. Nella prima parte ci si soffermerà brevemente su tre Padri e Dottori del IV secolo - Sant’Ilario di Poitiers, Sant’Ambrogio di Milano e San Girolamo -, mettendone in evidenza i contributi più specifici, anche in relazione con la contemporanea tradizione orientale. La parte centrale e prevalente del corso avrà per oggetto Sant’Agostino. Dopo una essenziale panoramica sulla vita e sugli scritti, ci si soffermerà soprattutto sulle tre opere principali – le Confessioni, la Trinità e la Città di Dio – e attraverso la loro analisi si cercherà di mettere in luce le caratteristiche del pensiero agostiniano, nonché i suoi principali e più influenti contributi teologici. Si esamineranno anche alcuni testi particolarmente significativi. La parte finale offrirà un breve sguardo agli sviluppi successivi della patrologia latina: amici e avversari di Sant’Agostino; San Leone Magno; San Gregorio Magno.
Reale 3
M342 Patrologia post-nicena orientale
Patrologia post-nicena orientale (sec. IV-VIII)   (M342) Il corso si concentra sulla produzione teologica delle figure più rilevanti dell'Oriente cristiano in seguito la pace di Costantino. Oltre a una panoramica di ciascuna delle tappe di questo lungo periodo, si studieranno i percorsi di pensiero, la diversità dei generi letterari e i contributi dei Padri della Chiesa allo sviluppo del dogma, con particolare riferimento al vocabolario: termini come ousia, hypostasis, schesis, physis, perichoresis..., furono fondamentali per la formulazione delle grandi definizioni conciliari. Nel IV secolo, nella prima fase della crisi ariana, spiccò la figura di Sant'Atanasio nel campo dell'esegesi e della dogmatica, ed Eusebio di Cesarea nella storiografia; mentre nella seconda fase dell'arianesimo troviamo i Cappadoci e la produzione catechetica di Cirillo di Gerusalemme, la poesia teologica in lingua siriaca di Efrem Siro e il grande oratore antiocheno Giovanni Crisostomo anche attento a molti aspetti esegetici e morali. Nella prima metà del V secolo iniziarono i dibattiti che, nel corso dei tre secoli successivi, portarono a una definizione precisa del dogma cristologico, a cui parteciparono Cirillo di Alessandria contro il nestorianesimo e, più tardi, Massimo il Confessore contro gli errori del monotelitismo del VII secolo. In parallelo, nel VI secolo, lo Pseudo-Dionigi Areopagita fu il motore della teologia mistica. La era patristica si chiude con Giovanni Damasceno, esponente della polemica iconoclasta bizantina e importante compilatore della produzione teologica precedente.          
Mas 3
M032 Paleografia e diplomatica
Nozioni di paleografia: limiti cronologici di studio. Concetti fondamentali: forma, tratteggio, angolo di scrittura, ductus. Alfabeto latino arcaico. La scrittura maiuscola e la canonizzazione capitale. La corsiva maiuscola. Il sistema di abbreviazioni. La scrittura minuscola corsiva. L’onciale e la semi-onciale. Il particolarismo grafico e i diversi tipi di scrittura. Concetti di diplomatica. Storia, principi generali e definizioni. I caratteri estrinseci ed intriseci del documento. I formulari. Edizione di fonti documentarie. Nozioni di cronologia medievale.
Pioppi 3
N062 Critica testuale: come si legge un apparato critico
Il corso intende rispondere alla domanda «come si legge un apparato critico?» e introdurre, in modo elementare, alla composizione di un'edizione critica. I contenuti si articolano in diversi aspetti: storia del libro antico, elaborazione del papiro e della pergamena, preparazione della pagina, elaborazione dell'inchiostro e delle penne; le biblioteche e i copisti. Brevi nozioni di paleografia. Le abbreviazioni. Cosa è un palinsesto. Alcune cause degli errori di copia: la sua utilità. Tradizione testuale. Cosa si intende per edizione critica. Lo stemma codicum. Bibliografia sulla composizione di un'edizione critica. Ecdotica: recensio, collatio, eliminatio, examinatio, emendatio. Nozioni di papirologia. Le edizioni bibliche e le traduzioni della Bibbia. Leggere un'edizione critica. Esercizi di lettura.
Leal 3
Q622 Movimenti ecclesiali nella Chiesa
Nel secolo scorso si è registrata una grande fioritura di nuovi movimenti ecclesiali, sotto l’impulso dello Spirito Santo. Queste nuove forme di apostolato sono state spesso oggetto di resistenza e hanno originato non poche tensioni. In questo corso studieremo il fenomeno, analizzando il concetto di “nuovo movimento ecclesiale”, l’origine di tali movimenti, le loro caratteristiche principali, il loro rapporto con l’autorità della Chiesa, la loro presenza nella chiesa particolare e la loro configurazione giuridica.
Navarro - Goyret - Rio García 4

SEGUI LE ATTIVITÀ DELL'UNIVERSITÀ

Newsletter - L'Appuntamento

Resta aggiornato sulle nostre attività e sugli eventi

Iscriviti alla newsletter