Licenza

Gli studi di Licenza in Teologia biblica hanno la durata di due anni accademici divisi in quattro semestri, ai quali si deve aggiungere il tempo necessario per la preparazione delle tre prove di ammissione, con la eventuale frequentazione dei corsi offerti dalla Facoltà a questo scopo.

L’accesso all’indirizzo biblico della Licenza in Teologia richiede il previo superamento degli esami di ammissione di Greco biblico, Ebraico biblico e Introduzione alla Sacra Scrittura.

Gli esami di ammissione di lingue bibliche si dividono in due prove: prova scritta di grammatica e prova orale di traduzione.
La prova scritta di grammatica prevede un totale di cento quesiti, così distribuiti:

  • traduzione di 25 vocaboli fuori contesto;
  • analisi di 25 forme nominali;
  • analisi di 25 forme verbali;
  • costruzione di 25 forme verbali.

Per superare la prova di grammatica occorre rispondere esattamente ad almeno 60 domande. Non si considerano esatte le risposte incomplete.

Possibili manuali per la preparazione della prova di grammatica sono:
— T.O. Lambdin, Introduction to Biblical Hebrew, New York 1971 (e successive ristampe). Esiste traduzione italiana, spagnola, francese.
— J. Duff, The Elements of New Testament Greek (3rd edition), Cambridge 2005. Esiste traduzione spagnola.

Chi supererà la prova di grammatica potrà accedere alla prova orale di traduzione. Questa consisterà nella lettura ad alta voce e nella traduzione a prima vista di un brano scelto dalla commissione d’esame, tratto dai libri di Rut o di Giona per l’ebraico e dal Vangelo secondo Matteo (cc. 8 – 20) per il greco.

Il programma dell’esame di Introduzione alla Sacra Scrittura corrisponde al programma della materia di Primo Ciclo insegnata nella Facoltà di Teologia dell’Università della Santa Croce. Chi entro gli ultimi cinque anni avesse già sostenuto l’esame di Introduzione alla Sacra Scrittura presso l’Università della Santa Croce, riportando un voto minimo di Magna cum laude, può presentare al Direttore del Dipartimento di Teologia Biblica richiesta di dispensa dall’esame di ammissione corrispondente.

Norme Generali

Condizioni di ammissione agli studi del secondo ciclo

a) Possono essere ammessi ai corsi del secondo ciclo gli studenti che abbiano superato con profitto la prova di grado di Baccellierato in Teologia. Nel caso non si fosse in possesso di tale titolo, ma si siano compiuti gli studi filosofico-teologici sessennali presso scuole o istituti superiori approvati dall’autorità ecclesiastica (seminari, studentati religiosi, ecc.), prima dell’iscrizione si dovrà sostenere presso l’Università un colloquio d’idoneità.

b) Tutti gli studenti di madrelingua non italiana che non hanno conseguito il Baccellierato in Teologia presso la Pontificia Università della Santa Croce devono sostenere l’esame finale del corso d’italiano di settembre. Chi non supera questo esame dovrà dedicare i 6 crediti di approfondimento linguistico al corso di lingua italiana.

c) Oltre all’italiano, si richiede una conoscenza di base di altre due lingue moderne, del latino e del greco.
 

Piano degli studi

Il piano degli studi della Licenza consta di 120 crediti ECTS.

Gli studenti devono seguire seminari e corsi, superandone gli esami, per un totale di 90 crediti ECTS così distribuiti:

  • 51 crediti ECTS per corsi della propria specializzazione, indicati come tali dalla Guida Accademica.
  • 18 crediti ECTS di libera configurazione, che potranno essere scelti tra le materie della propria specializzazione o tra gli altri corsi offerti dalla Facoltà.
  • 6 crediti ECTS corrispondenti ai due seminari. Gli studenti potranno iscriversi ai seminari soltanto a partire dal secondo semestre del primo anno di Licenza.
  • 6 crediti ECTS corrispondenti ai due corsi di lettura di testi teologici organizzati dalla propria specializzazione.
  • 3 crediti ECTS corrispondenti al corso di Metodologia teologica pratica che si svolge nel primo semestre del secondo anno di Licenza.
  • 6 crediti ECTS corrispondenti al corso di approfondimento linguistico, scelto dallo studente tra queste quattro lingue: latino, greco, italiano, inglese (quest’ultimo corso potrà essere scelto soltanto da coloro che vantano una buona conoscenza della lingua italiana; la quota d’iscrizione è a carico dello studente).

Alla discussione della tesi di Licenza vengono attribuiti 25 crediti ECTS, e alla prova di grado 5 crediti ECTS.

Il numero massimo di crediti ECTS che gli studenti potranno ottenere per semestre è di 30. Questo numero comprende sia i corsi e i seminari offerti dalla Facoltà, sia le altre attività a cui si attribuiscono crediti (ad es. i corsi speciali approvati dal Comitato Direttivo). La partecipazione alle sessioni dei Convegni organizzati dalla Facoltà si considera equivalente a due crediti ECTS di libera configurazione. Saranno anche riconosciuti i corsi organizzati dai Dicasteri della Curia Romana, di cui verrà data opportuna notizia. La Facoltà si riserva di non attivare i corsi o i seminari che non raggiungano un numero sufficiente di studenti. 

 

 

Sezione: 

SEGUI LE ATTIVITÀ DELL'UNIVERSITÀ

Newsletter - L'Appuntamento

Resta aggiornato sulle nostre attività e sugli eventi

Iscriviti alla newsletter