Facoltà di Comunicazione Sociale Istituzionale

Comunicazione Istituzionale

La Facoltà di Comunicazione Sociale Istituzionale, nata nel 1996 all'interno della Pontificia Università della Santa Croce, si propone di formare professionisti in grado di operare nell’ambito della comunicazione presso le istituzioni ecclesiali.

A questo scopo, il programma degli studi offre agli studenti una solida formazione articolata in quattro punti essenziali:

  1. L’approfondimento della natura della comunicazione e degli elementi su cui è basata. In questa sezione vengono proposte materie sui processi di creazione dell’opinione pubblica, sulla struttura delle aziende informative e sul linguaggio proprio dei diversi mezzi di comunicazione (radio, televisione, stampa e mezzi basati sulle nuove tecnologie).
  2. Lo studio dell’ambito culturale nel quale la Chiesa propone il suo messaggio ed incarna la fede in permanente dialogo con le donne e gli uomini di ogni secolo. Qui si indaga sul modo in cui la Chiesa ha sviluppato lungo i secoli il messaggio cristiano facendolo diventare lievito della cultura.
  3. La conoscenza approfondita dei contenuti della fede e dell’identità della Chiesa come istituzione. In questa direzione si offrono materie di natura teologica, filosofica e canonistica.
  4. L’applicazione concreta delle teorie, pratiche e tecniche della comunicazione istituzionale alla Chiesa Cattolica, tenendo conto della sua peculiare identità. Per raggiungere lo scopo, i corsi di quest’area prestano particolare attenzione all’impostazione degli uffici di comunicazione, ai modi di comunicare con i diversi interlocutori della Chiesa e alla presentazione dei contenuti della fede nell’ambito dell’opinione pubblica.

In evidenza

Il 18 novembre 2020 ha avuto luogo l’incontro tra gli studenti e i professori della Facoltà di Comunicazione Istituzionale e il rev. Prof. Piotr Studnicki, capo dell'Ufficio del Delegato per la protezione dei minori presso la Conferenza Episcopale Polacca. 

Studnicki - già studente della Facoltà e attualmente professore all'Università "Giovanni Paolo II" di Cracovia - ha spiegato le dinamiche del ruolo del comunicatore della Chiesa nel suo delicato ambito professionale; in particolare, ha segnalato l’importanza e il valore dell’umanità tra i vari protagonisti, spesso nascosta da asettici comunicati stampa. In questo contesto, ha ricordato il grande lavoro del “dietro le quinte”, di quelli che sono invisibili alla stampa, ma che, in realtà, svolgono un ruolo determinante sia a livello pastorale che per le vittime stesse degli abusi.

L’11 novembre 2020 ha avuto luogo, presso l’Aula 101, l’incontro tra gli studenti e i professori della Facoltà di Comunicazione e l’onorevole Mario Marazziti, giornalista e politico italiano, già portavoce della Comunità di Sant’Egidio.

Il già Presidente della Commissione Affari sociali della Camera dei Deputati e presidente del Comitato per i Diritti Umani e vicepresidente della Commissione di inchiesta sul sistema di accoglienza e trattenimento dei migranti ha presentato al pubblico il suo libro Porte aperte. Viaggio nell'Italia che non ha paura (Piemme, 2019) sull'esperienza dei Corridoi umanitari, "un modello di integrazione che dà nuova vita ai migranti e alle nostre comunità”.

A seguito delle disposizioni del Governo italiano (3 novembre 2020), l’Università informa che si mantiene la modalità combinata di insegnamento presenziale e online già in atto da qualche settimana.

Gli studenti saranno informati dalle rispettive Facoltà in caso di eventuali modifiche.

Giovedì 22 ottobre 2020, nell'Aula Magna "Giovanni Paolo II" si è svolta la Giornata di benvenuto ai nuovi studenti, come motivo di accoglienza e per offrire informazioni più dettagliate sull'Università.

Dopo il saluto del Rettore, Luis Navarro, si è tenuta una Sessione informativa con il prof. Sergio Tapia, presidente dell'Associazione Alumni.

Giornata di Benvenuto ai nuovi studenti

Pagine

SEGUI LE ATTIVITÀ DELL'UNIVERSITÀ

Newsletter - L'Appuntamento

Resta aggiornato sulle nostre attività e sugli eventi

Iscriviti alla newsletter