Facoltà di Comunicazione Sociale Istituzionale

Comunicazione Istituzionale

La Facoltà di Comunicazione Sociale Istituzionale, nata nel 1996 all'interno della Pontificia Università della Santa Croce, si propone di formare professionisti in grado di operare nell’ambito della comunicazione presso le istituzioni ecclesiali.

A questo scopo, il programma degli studi offre agli studenti una solida formazione articolata in quattro punti essenziali:

  1. L’approfondimento della natura della comunicazione e degli elementi su cui è basata. In questa sezione vengono proposte materie sui processi di creazione dell’opinione pubblica, sulla struttura delle aziende informative e sul linguaggio proprio dei diversi mezzi di comunicazione (radio, televisione, stampa e mezzi basati sulle nuove tecnologie).
  2. Lo studio dell’ambito culturale nel quale la Chiesa propone il suo messaggio ed incarna la fede in permanente dialogo con le donne e gli uomini di ogni secolo. Qui si indaga sul modo in cui la Chiesa ha sviluppato lungo i secoli il messaggio cristiano facendolo diventare lievito della cultura.
  3. La conoscenza approfondita dei contenuti della fede e dell’identità della Chiesa come istituzione. In questa direzione si offrono materie di natura teologica, filosofica e canonistica.
  4. L’applicazione concreta delle teorie, pratiche e tecniche della comunicazione istituzionale alla Chiesa Cattolica, tenendo conto della sua peculiare identità. Per raggiungere lo scopo, i corsi di quest’area prestano particolare attenzione all’impostazione degli uffici di comunicazione, ai modi di comunicare con i diversi interlocutori della Chiesa e alla presentazione dei contenuti della fede nell’ambito dell’opinione pubblica.

In evidenza

A partire da lunedì 1 giugno 2020 avrà inizio regolarmente la sessione d'esami (estiva) delle quattro Facoltà, che si svolgerà anch'essa in modalità a distanza, con collegamenti online, elaborati scritti o quiz mediante la piattaforma didattica, a seconda di quanto concordato con i rispettivi docenti e comunicato dalle segreterie.

Di seguito pubblichiamo i calendari degli esami di ciascun Ciclo di studi:

Roma, 11 maggio 2020 - Carissime studentesse e carissimi studenti,

alcune settimane fa vi avevo comunicato che l‘anno accademico sarebbe stato portato a termine regolarmente. Di fatto è così. Tramite la pagina web avete potuto seguire la nostra attività nella fase 2 di confinamento, che ha visto l’allentamento di alcune misure di sicurezza: la biblioteca ha riaperto le sue porte qualche giorno fa per i soli docenti. Per gli studenti domani, martedì 12 maggio, riprende il servizio di prestito libri: si tratta di uno sforzo per facilitare che le tesi e tesine possano concludersi nei termini previsti. Le lezioni continueranno a svolgersi in forma telematica fino alla fine del mese.

Aggiornamento del 6 maggio 2020 - La chiusura della Pontificia Università della Santa Croce si protrae fino a nuove comunicazioni.

Da mercoledì 6 maggio 2020 i servizi di Biblioteca sono disponibili per i professori (dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 17). Per l’accesso dei professori alla Biblioteca è obbligatorio seguire le norme di sicurezza che sono state inviate personalmente a ciascun docente. I libri che vengono restituiti rimangono per 4 giorni in un contenitore speciale, e solo successivamente verranno riportati sugli scaffali.

Il 12 maggio 2020 riprenderà il servizio di "prestito di libri" della Biblioteca anche per gli studenti, secondo le procedure indicate in questa pagina.

Nella ricorrenza di Santa Caterina da Siena, mercoledì 29 aprile 2020 la Facoltà di Comunicazione ha festeggiato la sua Patrona con un brindisi augurale tra professori, studenti e personale amministrativo attraverso la rete.

Il Decano della Facoltà, Daniel Arasa, ha rivolto un saluto ringraziando docenti e studenti per gli sforzi che stanno compiendo in queste settimane con l’insegnamento e lo studio a distanza e ha concluso con una breve riflessione sulla figura della Santa, che è anche compatrona d’Italia e d’Europa.  

Ha preso la parola anche la rappresentante degli studenti, Alina-Maria Balaj, che ha riconosciuto la “lezione di umanità” che questa vicenda sanitaria sta infondendo in tutti e lo spirito di famiglia che si continua a vivere nell’Università.

Pagine

SEGUI LE ATTIVITÀ DELL'UNIVERSITÀ

Newsletter - L'Appuntamento

Resta aggiornato sulle nostre attività e sugli eventi

Iscriviti alla newsletter