Facoltà di Comunicazione Sociale Istituzionale

Comunicazione Istituzionale

La Facoltà di Comunicazione Sociale Istituzionale, nata nel 1996 all'interno della Pontificia Università della Santa Croce, si propone di formare professionisti in grado di operare nell’ambito della comunicazione presso le istituzioni ecclesiali.

Patrona della Facoltà               Flyer

A questo scopo, il programma degli studi offre agli studenti una solida formazione articolata in quattro punti essenziali:

  1. L’approfondimento della natura della comunicazione e degli elementi su cui è basata. In questa sezione vengono proposte materie sui processi di creazione dell’opinione pubblica, sulla struttura delle aziende informative e sul linguaggio proprio dei diversi mezzi di comunicazione (radio, televisione, stampa e mezzi basati sulle nuove tecnologie).
  2. Lo studio dell’ambito culturale nel quale la Chiesa propone il suo messaggio ed incarna la fede in permanente dialogo con le donne e gli uomini di ogni secolo. Qui si indaga sul modo in cui la Chiesa ha sviluppato lungo i secoli il messaggio cristiano facendolo diventare lievito della cultura.
  3. La conoscenza approfondita dei contenuti della fede e dell’identità della Chiesa come istituzione. In questa direzione si offrono materie di natura teologica, filosofica e canonistica.
  4. L’applicazione concreta delle teorie, pratiche e tecniche della comunicazione istituzionale alla Chiesa Cattolica, tenendo conto della sua peculiare identità. Per raggiungere lo scopo, i corsi di quest’area prestano particolare attenzione all’impostazione degli uffici di comunicazione, ai modi di comunicare con i diversi interlocutori della Chiesa e alla presentazione dei contenuti della fede nell’ambito dell’opinione pubblica.

In evidenza

A partire da martedì 18 gennaio 2022 e fino al 28 febbraio, è a disposizione degli studenti di tutte le Facoltà la compilazione online del questionario di valutazione dei Corsi del Primo semestre.

Si tratta di un'occasione utile per contribuire a migliorare la qualità dell'insegnamento e della didattica.

Vai al questionario

Come ogni anno, l’Institut français – Centre Saint-Louis, servizio culturale dell’Ambasciata di Francia presso la Santa Sede, mette a disposizione degli studenti delle Università pontificie alcune borse di studio per la lingua francese, che finanziano un soggiorno in Francia. C’è tempo fino al 14 febbraio per le candidature.

Borse di studio per il francese


Gli studenti che hanno già delle conoscenze di base delle lingua tedesca, possono invece candidarsi per un soggiorno studio della durata di 4 settimane in Germania nei mesi estivi, accedendo alle borse di studio offerte dall’Ambasciata di Germania presso la Santa Sede e il Goethe Institut. Il termine per la candidatura è il 28 febbraio.

Mercoledì 12 gennaio 2022 ha avuto luogo, nell’Aula Magna “Giovanni Paolo II”, un ulteriore incontro per studenti e professori della Facoltà di Comunicazione Istituzionale con il dott. Luca Tomassini, fondatore, presidente e amministratore delegato di Vetrya, di Vativision e docente alla Luiss Business School. L'ospite ha raccontato ai presenti la sua esperienza professionale e la sua ricerca nel campo delle realtà digitali che influenzano direttamente il mondo della comunicazione e l'ambito della fede.

L'autore de Il Grande salto, pubblicato di recente, ha spiegato come l'uso del web abbia cambiato completamente il mondo, il comportamento sociale e le relazioni, ma soprattutto il modo in cui comunichiamo. Ha spiegato e più volte ribadito come negli ultimi anni sia avvenuta "l'evoluzione più importante della nostra storia", con l'uomo e il digitale quali componenti essenziali.

Promossa dal Comitato Informazione, migranti e rifugiati, mercoledì 16 febbraio 2022 (ore 9:30-13:30) si svolgerà la Giornata di studio La comunicazione su migranti e rifugiati tra solidarietà e paura.

L'iniziativa offre una nuova occasione di confronto tra accademici, giornalisti e responsabili di organizzazioni umanitarie per mettere a fuoco le criticità del sistema dei media e per contribuire a una informazione seria e rispettosa della dignità umana. Con particolare attenzione all'etica e alla deontologia professionale nella informazione e nella comunicazione su migranti e rifugiati, la Giornata si rivolge a giornalisti, operatori della comunicazione di organizzazioni impegnate sul tema, responsabili di istituzioni ecclesiali ed educative.

Pagine

SEGUI LE ATTIVITÀ DELL'UNIVERSITÀ

Newsletter - L'Appuntamento

Resta aggiornato sulle nostre attività e sugli eventi

Iscriviti alla newsletter