Pubblicazione

Informazione religiosa oggi. L'esempio di Giuseppe De Carli

Casa editrice: 

Paese: 

Italia

Anno di pubblicazione: 

2015

Prezzo: 

15,00 €

ISBN: 

978-88-8333-543-3
http://edizionisantacroce.it/catalogo/comunicazione/atti-e-convegni/271-informazione-religiosa-oggi.html

Oggi, in una fase in cui il giornalismo sta vivendo trasformazioni profonde, l’esempio di Giuseppe De Carli non è superato. È vero, il giornalismo è cambiato e sta cambiando sempre più velocemente. L’affermarsi di nuovi strumenti, come i social network, ha moltiplicato le fonti e l’interattività, e la distinzione tra fonti e destinatari del messaggio è sempre più sfumata. La figura del giornalista, di conseguenza, è in crisi. Ma sono sicuro che Giuseppe De Carli avrebbe precisato: non dimenticate che la parola crisi viene da un verbo greco che significa separare, cernere, quindi discernere, giudicare, valutare. Si tratta di decidere chi e che cosa vogliamo essere in questo nuovo scenario. Nella consapevolezza che la comunicazione è sì questione tecnica ma è, prima ancora, questione morale.

Un grande inviato, Ryszard Kapuscinski, una volta fece un ritratto del giornalista, e secondo me quella sua lezione dovrebbe essere mandata a memoria da noi tutti. Disse che il cinico non è adatto a questo mestiere. Disse che per fare del giornalismo si deve essere innanzi tutto degli uomini buoni, o delle donne buone, dei buoni esseri umani, perché “le persone cattive non possono essere dei bravi giornalisti”. Disse poi che le nuove tecnologie, pur facilitando enormemente il nostro lavoro, non ne prenderanno mai il posto, perché ci sarà sempre bisogno di giornalisti con la voglia di prepararsi e di studiare: “Vi sono professioni per le quali normalmente si va all’università, si ottiene il diploma e lì finisce lo studio. Per il resto della vita si deve semplicemente amministrare ciò che si è imparato. Nel giornalismo, invece, l’aggiornamento e lo studio costanti sono la conditio sine qua non”. Ecco, nelle parole di Kapuscinski trovo il ritratto più vivido e vero di Giuseppe De Carli.

SEGUI LE ATTIVITÀ DELL'UNIVERSITÀ

Newsletter

Resta aggiornato sulle nostre attività e gli eventi

Iscriviti